Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio Catania, il club rimborsa i tifosi e punta all'azionariato popolare

La crisi del club rossazzurro: spuntano anche i nomi di due nuovi possibili investitori

Di Giovanni Tomasello

Il Catania guarda con fiducia al futuro dopo gli ultimi giorni bollenti e procederà anche al rimborso delle somme  ricevute dai tifosi  che hanno contribuito a rendere possibile l’iscrizione al campionato di Serie C in un momento di grande difficoltà per il club etneo che nel contempo punterà a breve a un progetto di azionariato popolare.

Pubblicità

La Sigi come ormai è risaputo, è riuscita in extremis a depositare una fideiussione parziale per la copertura finanziaria dei contratti stipulati e si è stati costretti anche a perdere il centrocampista Dall’Oglio passato ufficialmente al Palermo.

La Spa proprietaria del Catania comunque non molla nell’attesa di altri investitori, due in particolare ed entrambi imprenditori: uno è Francesco D’Antoni che opera nel settore edile e l’altro Giovanni Longo impegnato nel caseario, cugino fra l’altro di Gaetano Nicolosi azionista di maggioranza della Sigi. Nel frattempo continuano le trattative per le cessioni di Gatto e altri giocatori.

 

 

Questo comunque il comunicato diffuso ieri pomeriggio dalla Sigi: «Con riferimento all'iniziativa "Uniti per il Catania" e alla luce dell'ammissione del Calcio Catania al campionato Serie C 2021/22, Sport Investment Group Italia S.p.A., ringraziando perennemente i tifosi per il sostegno manifestato, rende noto di aver deliberato di procedere, entro il 31 dicembre 2021, al rimborso delle somme ricevute a titolo di caparra sottoscrizione azioni, volendo articolare un più ampio progetto di azionariato popolare relativo al Calcio Catania S.p.A., secondo un orientamento espresso già nel secondo semestre del 2020>. Sul fronte dei possibili ingaggi sembra che Pellegrino si sia rimesso in moto e sono state riaperte le trattative per l’acquisto di Negro difensore del Monza, ma prima bisognerà naturalmente sfoltire la rosa.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA