Notizie locali
Pubblicità

Sport

L'architetto del nuovo Catania sarà Antonello Laneri

L'ufficialità solo mercoledì dopo la costituzione della nuova società

Di Giovanni Finocchiaro

I nomi dell’organigramma del nuovo Catania sono oggetto di ipotesi, indiscrezioni e tanti commenti da parte dei tifosi rossazzurri che non vedono l’ora di ripartire con un nuovo progetto. In queste ore il braccio destro di Pelligra, l’australiano Vincent Grella, sta visionando i profili di alcuni direttori sportivi. Antonello Laneri sembra, adesso, in pole. Ci sarebbe già stato un colloquio, ma ogni verdetto è rimandato ai giorni successivi la costituzione del club, previsto mercoledì prossimo a Venezia.

Pubblicità

Laneri è un profondo conoscitore del calcio isolano. Tanto per citare un paio di passaggi, è stato direttore del Siracusa prima dal 2007 al 2012, quindi dal 2015 al 2018. Nella prima fase ha conquistato il salto dalla D alla C, fu ripescato in C1 (allora Prima divisione) conquistando sul campo la Serie B che poi fu tolta agli azzurri per i cinque punti di penalizzazione (stipendi non pagati) che costrinsero i siracusani ad affrontare i play off culminati con l’eliminazione per mano del Lanciano.  Grazie all’intuizione di Laneri, Sonzogni fu rivalutato, ma soprattutto nacquero allenatori - a Siracusa - come Andrea Sottil e Paolo Bianco che oggi lavorano in Serie A con Udinese e Juventus. Erano calciatori di buon livello, ma Laneri intravide anche qualità nella gestione dei gruppi. Laneri ha anche firmato la promozione in C dell’Akragas nel 2014-15

APPROFONDIMENTI SUL GIORNALE IN EDICOLA DOMENICA

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: