Notizie locali
Pubblicità

Sport

Catania, le voci sul ritorno dei Gaucci e l'ipotesi dei "milanesi"

Entro l'11 febbraio le offerte per rilevare il club: serve minimo un milione e poi almeno altro tre per ripianare i debiti

Di Giovanni Tomasello

Siamo solo all’inizio di una lunga attesa e in questo mese di tempo per presentare le offerte in tanti si sbizzarriranno magari a sfogliare la margherita su chi acquisterà il titolo sportivo del Catania Calcio.

Pubblicità

Già cominciato il toto nomi dopo che il Tribunale fallimentare della città etnea ha pubblicato il bando per la cessione del ramo sportivo d’azienda del club etneo. Offerta base d’asta pari ad un milione di euro, quindi 400mila euro in più rispetto a quanto originariamente previsto, con un rialzo minimo consentito di 50mila euro. Deposito cauzionale non inferiore al 25% del prezzo offerto. Il termine per la presentazione delle offerte scadrà l’11 febbraio 2022 alle ore 12,00. Fissata per le 16 l’udienza per l’apertura delle buste Chi avrà la meglio dovrà poi pagare debiti di origine sportiva per tre milioni, insomma il nuovo compratore  dovrà avere a disposizione tra i 4,4 e 5 milioni di euro.

 

 

Nel frattempo in città circolano tante voci sul possibile acquirente, i tifosi fanno il nome di Riccardo Gaucci ma un certo interesse al momento secondo quanto ci risulta, viene da un gruppo straniero con sede a Milano che oggi pare abbia preso i primi contatti con i tre curatori fallimentari.

Intanto si muovono i primi passi sul mercato e sembrano sul piede di partenza Maldonado, Albertini. Calapai, Pinto oltre a Ceccarelli che già da tempo aveva rotto ogni rapporto con il club etneo. Andrà all’Avellino? La trattativa è in corso ma non è sicuro. Sarà un lungo mese di attese per i tifosi del Catania.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA