Notizie locali
Pubblicità
FOTO DAVIDE ANASTASI

Sport

Catania Ssd, Pelligra svela i nomi della nuova società: ecco chi dovrà rilanciare il calcio in città

Di Redazione

Si è tenuta oggi in tarda mattinata al Presidente Park Hotel di Aci Castello  la conferenza stampa di presentazione del Catania Società Sportiva dilettantistica, il club dell'imprenditore siculo australiano Rosario Pelligra che si è preso l'onere e l'onore di rilanciare il calcio a Catania dopo il fallimento della storica società rossazzurra. Non c'è ancora il nome dell'allenatore e nemmeno il nuovo logo del club, ma Pelligra ha aperto la conferenza stampa presentando il nuovo organigramma societario in vista della prossima stagione. Ecco i nomi tanti attesi. Luca Carra è il direttore generale, Antonello Laneri è il direttore sportivo, Emanuele Passanisi il segretario sportivo, Angelo scaltriti il responsabile della comunicazione, Carmelo Milazzo il responsabile amministrativo e Orazio Russo il responsabile del settore giovanile.

Pubblicità

A svelare maggiori dettagli sulla società ancora in costruzione è stato poi l'amministratore delegato e vicepresidente Vincenzo Grella che ha spiegato come il club vuole puntare sui giovani: «Uno dei punti principali del nostro progetto è creare un settore giovanile rispettato in tutta Italia».

In  merito all'allenatore, Grella ha detto «Stiamo valutando 3 profili. Non è una scelta da fare a cuor leggero. Quando sarà fatta la scelta, lo metterò nelle condizioni di fare bene».

 

 

Sui giocatori pronti a firmare con il Catania, Grella è rimasto abbottonato: «Senza l'iscrizione non possiamo tecnicamente far firmare contratti. Abbiamo la possibilità di bloccare dei giocatori, ma poi dobbiamo  trasformare il tutto in un qualcosa di concreto. Appena la Federazione ci darà l'ok, ci sarà una sequenza di firme».

Sul centro sportivo, l'ad ha detto che si stanno valutando «due, tre siti per il ritiro. Vorrei tenere la squadra il più vicino possibile alla città per avere un contatto, ma devo trovare un posto e i vari incastri».

Ha preso la parola anche il nuovo direttore generale Luca Carra, artefice della risalita del Parma dalla serie Sd alla serie A: «Ringrazio chi ha deciso di darmi questa opportunità - ha detto - . Ero Ad del Parma dopo il fallimento del 2015, siamo stati bravi e fortunati a tornare in A dalla D in appena tre anni. Spero di poter rivivere anche qui ciò che abbiamo fatto a Parma. Faremo di tutto per fare bene a Catania. L'errore da non commettere è pensare di vincere il campionato solo perchè siamo il Catania».

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA