Notizie locali
Pubblicità

Sport

Catania: Tribunale dà esercizio provvisorio fino a fine febbraio, ma ora c'è il mercato...

Ora alcuni contratti dei calciatori dovranno essere abbassati o eliminati per fare quadrare i conti

Di Giovanni Finocchiaro

Il Tribunale fallimentare ha concesso al Calcio Catania l'esercizio provvisorio fino al 28 febbraio prossimo. Dopo aver lavorato, anche nottetempo, i giudici hanno confermato la decisione assunta anche per non tagliare fuori i creditori, soprattutto i privati. Adesso partirà il mercato e alcuni contratti dei calciatori dovranno essere abbassati o eliminati per fare quadrare i conti. Si potrà procedere al bando per la cessione del titolo sportivo ad eventuali acquirenti che troverebbero un club più snello sotto ogni punto di vista.

Pubblicità

Nel ritiro di Torre del Grifo, il tecnico Baldini, il direttore Pellegrino e i giocatori, che non si stanno allenando per i casi di Covid che hanno colpito sei tra atleti e staff, hanno accolto con un sospiro di sollievo la notizia del prolungamento dell'esercizio provvisorio non per un mese, ma per due. Comincia adesso un'altra fase, se vogliamo anche più difficile: bisognerà tenere più unito possibile il gruppo e rivalutare i calcoli sugli stipendi da abbassare per non mandare in aria il lavoro svolto sul campo dall'allenatore.

Nelle prossime ore i commissari fallimentari incontreranno il direttore Pellegrino, che rimane una figura centrale nella gestione dell'attività sportiva, per ragionare sui conti da sviluppare in vista del mercato di acquisti e soprattutto cessioni. Ogni dieci giorni i commissari dovranno rendicontare al Tribunale ogni movimento di natura finanziaria per rientrare nel budget di spesa che si aggiura sui 300 mila euro. Ecco perché ogni mossa dovrà essere concordata e vista dal gruppo dei commissari.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA