Notizie locali
Pubblicità

Sport

Da Chiesa a Damsgaard, si accende il mercato degli euro talenti

In tanti hanno sfruttato il trampolino di lancio di Euro 2020 e indubbiamente l’affare dell’estate l’ha portato a casa il Psg con Donnarumma.

Di Redazione

Serviva una scossa così, ma dopo la vittoria dell’Italia all’Europeo tutto il mondo si è reso conto dei gioielli azzurri che adesso sono pronti a prendersi le luci della ribalta diventando i protagonisti del prossimo calciomercato. Da DONNARUMMA a LOCATELLI, passando per BERARDI e CHIESA: nomi che fanno fola ai grandi club di mezz'Europa. A questi poi si aggiungono profili rinati come quello di SCHICK o gli exploit di DAMSGAARD e DUMFRIES, senza pensare a come XHAKA ha conquistato i tifosi della Roma già prima di essere acquistato. 

Pubblicità

 Insomma, in tanti hanno sfruttato il trampolino di lancio di Euro 2020 e indubbiamente l’affare dell’estate l’ha portato a casa il Psg con Donnarumma. Eletto miglior giocatore del torneo, è stato un vero e proprio protagonista delle Final Four con i 3 rigori parati tra semifinali e finale. Il contratto quinquennale firmato con il club parigino a 12 milioni a stagione ha fatto infuriare i tifosi del Milan che dopo l’Europeo saranno ancora più arrabbiati per il profilo tecnico perso. L’Italia, però, ha messo in mostra anche giocatori che all’inizio quasi nessuno avrebbe identificato come protagonisti. E’ il caso di Spinazzola che, se non fosse stato per l’infortunio, sarebbe potuto valere una gigantesca plusvalenza alla Roma con il Real che lo aveva già puntato. O Locatelli, la cui doppietta con la Svizzera ha fatto sì che il Sassuolo tirasse ancora più su il prezzo nei confronti della Juventus che per averlo dovrà sborsare 40 milioni più il cartellino di uno tra Dragusin o Fagioli.

I neroverdi, poi, sono quelli che più di tutti hanno tratto vantaggio da Euro 2020 perché la fase a gironi ha messo in risalto Domenico Berardi, attirando su di sé tanti club di Premier League tra cui il Liverpool. Con il passare delle giornate, però, Chiesa è tornato titolare al posto dell’esterno del Sassuolo e i gol decisivi nella fase a eliminazione diretta lo hanno reso un intoccabile della Juventus della prossima stagione nonostante le attenzioni del Bayern Monaco che era pronto a mettere sul piatto un ritorno di COMAN più 30 milioni. Offerta considerata troppo bassa dai bianconeri visto anche quanto fatto contro l’Inghilterra in finale.

Meno appariscente il lavoro di KANE nell’ultimo atto del torneo, ma per larghi tratti della competizione ha trascinato da solo gli uomini di Southgate. La sua esperienza al Tottenham è ai titoli di coda, ma il presidente Daniel Levy per la cessione chiede 100 milioni di sterline, una cifra che in Premier solo i due club di Manchester possono spendere in questo momento. A Harry, adesso, la decisione di quale sponda scegliere. 

Il titolo di capocannoniere di Euro 2020, però, non è toccato all’inglese, bensì a Schick. Per il centravanti ceco cinque gol come Ronaldo e la palma della miglior rete del torneo con la marcatura da centrocampo contro la Scozia. La scorsa estate si è trasferito al Bayer Leverkusen, ma il Milan ha provato già a sondare il terreno con i tedeschi nel caso partisse Leao. Maldini, inoltre, ha guardato con grande attenzione anche alle prestazioni di Damsgaard. Il problema cardiaco di Eriksen lo ha lanciato nel calcio dei grandi e la rete in semifinale contro l'Inghilterra ha fatto capire a tutti di che pasta è fatto il danese per la felicità di Ferrero che ora per cederlo chiede almeno 35 milioni.Dall’altra parte dei Navigli, invece, hanno puntato Dumfries per la fasce, una delle poche note positive del flop Olanda, mentre Mourinho e la Roma aspettano Xhaka, altro protagonista dell’impresa svizzera contro la Francia.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA