Notizie locali
Pubblicità
Bebe Vio (scherma) portabandiera per l'Italia assieme a Federico Morlacchi (nuoto)

Sport

In arrivo a Tokio la pattuglia italiana degli atleti paralimpici

Partito il countdown per la XVI edizione dei Giochi Paralimpici con 113 azzurri 

Di Redazione


L’Italia, tra 15 giorni, si presenterà alla XVI edizione dei Giochi Paralimpici estivi che si svolgeranno dal 24 agosto al 5 settembre. A partecipare  una squadra che è già da record con 113 atleti (+14,14% rispetto a Rio 2016). Gli azzurri saranno impegnati in 15 discipline, con una presenza femminile superiore a quella maschile (60 atlete e 53 atleti), pari al 53,1%. Un dato che supera ampiamente il rapporto atlete-atleti delle squadre italiane che hanno preso parte ai Giochi di Rio 2016 (40% delle atlete) e Londra 2012 (31,6%). 
 La squadra italiana che parteciperà ai Giochi di Tokyo, capitanata dai due portabandiera Beatrice "Bebe" Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto), ha un’età media di 33 anni, circa 3 in meno rispetto alle Paralimpiadi di Rio 2016. Gli azzurri puntano a migliorare il risultato di Rio: 39 medaglie complessive conquistate (10 ori, 14 argenti, 15 bronzi) e 9/o posto nel medagliere. 
 «Voglio innanzitutto congratularmi con la squadra italiana olimpica per lo storico risultato ottenuto e rivolgere a tutti gli atleti un sincero ringraziamento per le emozioni che ci hanno regalato in questa incredibile Olimpiade - le parole del presidente del Comitato paralimpico italiano, Luca Pancalli - Un risultato frutto del grande lavoro svolto dal CONI, a partire dal presidente Malagò e dal Capo Missione Carlo Mornati, dall’intera delegazione a Tokyo e dalle Federazioni sportive. La Paralimpiade sarà l’ultimo evento, in ordine di tempo, di questa straordinaria estate per lo sport italiano. Il nostro obiettivo è continuare a entusiasmare gli italiani con le storie e con le prestazioni sportive di questi fantastici atleti e confermare, con i risultati, il percorso di crescita del movimento paralimpico italiano divenuto ormai un punto di riferimento in Italia e nel mondo». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA