Notizie locali
Pubblicità

Sport

Europa League,Sarri: "Quando giochi all'estero serve attenzione"

'Bene per 70', in Europa non puoi scherzare con certi avversari'

Di Redazione

ROMA, 09 SET - "Soddisfatto sì, ma di 70' su 90'. Dopo l'esordio vincente della Lazio nell'Europa League contro il Feyenoord, Maurizio Sarri evidenzia in conferenza stampa come certi cali di tensione siano da evitare. "Per 70' la pericolosità del Feyenoord è stata zero, ma non possiamo scherzare 20' in una partita europea. La mentalità all'estero è diversa, sul 4-0 le squadre non si arrendono come succede in Italia. E' questo l'unico appunto che devo fare ai miei". I biancocelesti visti per gran parte del match hanno mostrato comunque "grande determinazione e approccio alla partita, siamo stati molto lucidi nell'aspettare lo spazio per affondare". Il tecnico spiega poi il mancato utilizzo di Marcos Antonio, rimasto in panchina: "Lo stavo per mandare in campo, poi Romagnoli e Marusic mi hanno chiesto il cambio. Se giocherà lui contro il Verona? Vediamo, devo incastrare le sue caratteristiche con quelle degli altri centrocampisti". Forse per la sfida contro gli scaligeri recupererà Pedro, in condizioni non ottimali e ieri nemmeno convocato: "Vediamo se riuscirà ad allenarsi col gruppo, se non ce la farà, la vedo dura. Oggi sembrava di stare un po' meglio". E al cronista olandese che gli chiede se si aspettava un Feyenoord così mediocre nel primo tempo, Sarri risponde sorridendo: "Le serate romane sono calde, molto probabilmente hanno giocato a temperature alle quali non sono abituati e qualcosa hanno pagato".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA