Notizie locali
Pubblicità

Sport

Europei giovanili: in azzurro Bongiorno, Pelligra, Giorgi e Tortorici

Dal 15 al 17 prossimi a Praga in gara il messinese dell'Airon Furci Siculo e l'ibleo della Koizumi Scicli, due figli d'arte del grande movimento isolano di questa disciplina come i maestri Corrado Bongiorno e Vincenzo Pelligra e le due palermitane della Virtus Villabate. La messinese Carolina Costa d'oro agli Europei Ibsa 

Di Lorenzo Magrì

Il buon momento dello judo siciliano continua. Dopo il bronzo di Savita Russo (Koizumi Scicli) nei 57 kg ai Mondiali cadetti e cadette di Sarajevo, altri quattro talenti siciliani sono pronti a regalare grandi emozioni ai campionati Europei junior in programma dal 15 al 17 prossimi a Praga.

Pubblicità

 

 

Savita Russo (Koizumi Scicli) con il bronzo vinto ai Mondiali cadette di Sarajevo

 

Emilio Tindaro e Corrado Bongiorno e Vincenzo Pelligra

 

In azzurro due figli d'arte come Emilio Tindaro Bongiorno, figlio del maestro Corrado Bongiorno che con la sua Airon Judo 90 Furci Siculo ha mandato in orbita tanti campioni, con Elios Manzi che ha partecipato ai Giochi di Rio 2016. E in azzurro anche Vincenzo Pelligra, figlio del maestro Maurizio Pelligra che con la sua Koizumi Scicli nel centro ibleo pur tra tanti problemi continua a fare crescere grandi campioni dello judo come la talentuosa Savita Russo. Completano il quartetto siciliano agli Europei di Praga le due allieve della Virtus Villabate, Giulia Giorgi e Alessia Tortorici allieve dei maestri Fabrizio e Marco Fantauzzo.

 

Maurizio e Vincenzo Pelligra (Koizumi Scicli)

 

Elios Manzi e il maestro Corrado Bongiorno

 

<La possibilità di fare bene nella rassegna continentale – ci dice il maestro Corrado Bongiorno che oltre ad essere presidente della Federjudo Sicilia e anche tecnico dello staff azzurro assoluto – e continuare la tradizione siciliana nello judo>.

Emilio Tindaro Bongiorno a Praga sarà in gara nella categoria 90 kg, mentre Vincenzo Pelligra difendeerà i colori azzurri nella categoria 73 kg.

 

 

 

CAROLINA COSTA SUPER. E grande impresa agli Europei di judo per atleti paralimpici ciechi e ipovedenti, per la messinese Carolina Costa. La formidabile judoka messinese, 28 anni, ha gareggiato nei +70 kg della classe B2 conquistando il suo secondo titolo europeo con quattro vittorie, ottenute tutte prima del limite. L’evento continentale, organizzato dall’Ibsa, la Federazione paralimpica internazionale dello sport dei non vedenti, con il supporto della Regione Sardegna, ha registrato la partecipazione di 92 atleti appartenenti e per Carolina Costa si è trattato del secondo successo ai campionati d’Europa dopo quello del 2019 a Genova, mentre nel 2021 ha vinto il bronzo ai Giochi Paralimpici di Tokyo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: