Notizie locali
Pubblicità

Sport

Europei multi sport: il record di Anna Incerti

A Monaco di Baviera la fondista palermitana a 42 anni, nella maratona che ha vinto nel 2010 a Barcellona, sarà alla sua quinta partecipazione in una rassegna continentale, meglio dell'indimenticabile Annarita Sidoti, Giuseppe Gibilisco e Totò Antibo. Nel canottaggio avanzano i siciliani Ruta, Gaetani Liseo e Mignemi

Di Lorenzo Magrì

Gli Europei multi sport (nove discipline in programma) sono scattati a Monaco di Baviera con le prime medaglie azzurre nella ginnastica artistica (nel concorso generale Asia D’Amato ha vinto l'oro e Martina Maggio il bronzo) e nel canottaggio l'Italia già in finale domenica con 7 barche e ci saranno in acqua anche tre siciliani: Pietro Willy Ruta nel doppio pesi leggeri, Emanuele Gaetani Liseo nell'otto e Giulia Mignemi nel quattro senza.

Pubblicità

 

Canottaggio: Pietro Willy Ruta in finale nel doppio pesi leggeri con Stefano Oppo

 

Canottaggio: Emanuele Gaetani Liseo domenica in finale con il prestigioso otto azzurro
Canottaggio: Giulia Mignemi in finale nel doppio pesi leggeri

 

E c'è attesa per l'atletica che scatterà lunedì con lo sprint azzurro che potrà contare su Marcell Jacobs (è stato ospite di Casa Italia Collection a Monaco e s'è detto pronto a scendere in pista), il campione olimpico dei 100 ai Giochi di Tokyo 2021, che farà il suo esordio nelle semifinali di martedì.

 

Atletica: MarcellJacobs (ospite di Casa Italia Collection) scenderà in pista martedì nelle semifinali dei 100

 

 

Carmelo Giarrizzo e Filippo Randazzo
Alice Mangione, Matteo Melluzzo, il prof. Filippo Di Mulo e i due fratelli Ala e Osama Zoghlami

 

FORFEIT DI RANDAZZO. In azzurro nell'atletica cinque siciliani (dopo la sofferta defezione dell'etneo Filippo Randazzo nel lungo, che dopo il forfeit ai Mondiali per un infortunio si è fatto male in Diamond League e l'allievo di Carmelo Giarrizzo ha chiuso la stagione) i due velocisti Alice Mangione (400 piani e 4 per 400) e Matteo Melluzzo (4 per 100); i due fondisti Ala e Osama Zoghlami (3000 siepi) e Anna Incerti (maratona).

 

Anna Incerti e il prof. Tommaso Ticali

 

ANNA INCERTI DA RECORD. Anna Incerti, palermitana di Bagheria, a 42 anni torna così in azzurro agli Europei che ha già vinto nel 2010 a Barcellona. <Una convocazione – ci dice felice Anna con accanto il marito, l'ex azzurro di fondo Stefano Scaini – che è come una medaglia. Sto bene e spero di chiudere in bellezza la mia carriera in azzurro>.

 

Il prof. Tommaso Ticali e Vincenzino massimo Modica

 

Agnello, Ticali, Scaini, le gemelle Barbara e Federica Vassallo ed Anna Incerti

 

<Anna Incerti è alla sua quinta partecipazione ai campionati Europei – racconta il prof. Tommaso Ticali, ex azzurro di fondo e allenatore in passato del vicecampione del Mondo di maratona Vincenzino Massimo Modica e oggi segue campioni come Terrasi, Agnello, Scialabba, Puccio e le sorelle Vassallo - e torna in Nazionale 20 anni dopo la prima maglia azzurra assoluta: nel 2002 a Velenia. A livello siciliano nessuno ha mai partecipato a 5 campionati Europei; infatti, l'indimenticabile marciatrice Annarita Sidoti e Giuseppe Gibilisco si sono fermati a 4 e Totò Antibo a 3>.

 

Due grandi campioni dell'atletica siciliana: Giuseppe Gibilisco e Totò Antibo
L'indimenticabile "scricciolo d'oro" della marcia Annarita Sidoti

 

E l’allieva del prof. Tommaso Ticali, è anche la più medagliata e vanta una medaglia d’oro individuale Barcellona 2010, tre medaglie d’oro a squadre conquistate a Goteborg 2006, a Barcellona 2010, e a Zurigo 2014 e anche una medaglia d’argento, sempre a squadre, vinta alla mezza maratona di Amsterdam 2016. Anna ha anche nel suo palmares ben tre partecipazioni alle Olimpiadi: Pechino 2008, Londra 2012 e Rio de Janiero 2016.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: