Notizie locali
Pubblicità

Sport

F1, in Austria un'altra pole di Verstappen, delusione Ferrari

L'olandese partirà primo in griglia. Hamilton solo quarto. Rosse imbarazzanti: decima e undicesima

Di Redazione

Un Max Verstappen da applausi di prende la pole oscurando ancora una volta il campione del mondo Lewis Hamilton che nel giorno del rinnovo con la Mercedes non riesce a festeggiare come vorrebbe dovendosi accontentare di una magra quarta posizione sulla griglia di partenza del Gran Premio d’Austria edizione 2.0.

Pubblicità

Sullo sfondo una brutta Ferrari che sia con Charles Leclerc che con Carlos Sainz resta fuori dalla top ten per poi spiegare l’esclusione come frutto di una strategia sulle gomme studiata per la gara. Sorprende la McLaren di Lando Norris che scatta in prima fila davanti all’altra Red Bull di Sergio Perez. 
 

Qualifiche a parte nel sabato austriaco del Red Bull Ring strapieno di tifosi, soprattutto olandesi pro Verstappen, la notizia è il prolungamento dell’accordo tra Hamilton e la Mercedes: l’attuale campione in carica e il team di Brackley, dunque, ancora assieme fino al Mondiale 2023. Un annuncio arrivato un po' a sorpresa allo Spielberg, dove era in palio la nona pole position della stagione.

Una mossa della Mercedes per ricompattare le fila in un momento complicato, dove la Red Bull è davanti nelle due classifiche e il pilota britannico sta faticando a tenere il ritmo di Verstappen. E così la storia tra il campione del mondo e la Mercedes continua e la sfida agli avversari è stata rilanciata.

«Lui resta», il messaggio social con cui la scuderia tedesca ha dato il primo annuncio. Sembra destinata invece a finire l’avventura di Valtteri Bottas (in arrivo George Russell autore oggi di uno straordinario nono tempo con la una Williams tra le più lente della storia), mentre resta da definire il futuro del team principal, Toto Wolff. «È difficile credere che siano passati quasi nove anni di lavoro con questo incredibile team e sono entusiasta che continueremo assieme per altri due anni - le parole con cui Hamilton commenta il rinnovo -. Abbiamo fatto tanto insieme, ma abbiamo ancora tanto da fare, in pista e fuori. Sono incredibilmente orgoglioso e grato di come Mercedes mi abbia supportato nel mio impegno sui temi della diversità e dell’uguaglianza nel nostro sport». 
 

In casa Ferrari nonostante l’eliminazione dalla Q3 gli animi sono sereni e si attende la gara dove poter mettere a frutto la strategia del risparmio gomme in qualifica. «L'eliminazione era messa in conto? Sì e no. Ci aspettavamo di poter uscire in Q2, ma non certo di vedere una Williams qualificatasi con le medie. Quello è stato sicuramente un pò meno atteso - ammette Leclerc, autore del dodicesimo tempo nelle qualifiche del Gran Premio d’Austria mentre Carlos Sainz partirà undicesimo - Però a parte questo fatto, ci aspettavamo di essere fuori dal Q3 nella giornata di oggi. Quindi è stata una scelta condivisa con il team? Assolutamente sì, ne abbiamo parlato a lungo. È stata una decisione che abbiamo preso tutti assieme. La strategia era quella sin dall’inizio, andare con le medie"».
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA