Notizie locali
Pubblicità

Sport

F1: trionfo di Verstappen, notte fonda per la ferrari

L'olandese sbaglia in avvio, poi la strategia della RedBull gli consente di riprendere la testa della corsa al penultimo giro

Di Redazione

Max Verstappen è il re del circuito Paul Ricard a Le Castellet. Gran Premio di Francia trionfale per l'olandese volante della Red Bull che con una tattica di gara perfetta fa dimenticare l’errore in partenza che gli era costato il comando a favore del rivale della Mercedes Lewis Hamilton. Campione del mondo inglese che deve accontentarsi della seconda piazza di fronte ad una scuderia austriaca in gran forma che, mentre dietro ai big le seconde linee Valtteri Bottas (quarto) e Sergio Perez (terzo) si prendono le briciole. Ferrari deludenti dall’inizio alla fine con una partenza in controllo ed un Gp tutto nelle retrovie senza mai un sussulto dietro anche a McLaren, Alpha Tauri e Alpine. Un campanello d’allarme per la Rossa alle prese con un circuito vero dopo le buone prestazioni sui tracciari cittadini di Monaco e Baku in Azeirbaigian. 
 Pronti via con l’errore di Verstappen che non t'aspetti, l'olandese va lungo alla prima curva lasciando strada a Hamilton che si invola al comando del Gp di Francia al Paul Ricard di Le Castellet. Le Ferrari mantengono le rispettive posizioni conquistate in qualifica (quinto Sainz e settimo Leclerc) ma si vede quasi subito che le monoposto di Maranello proprio non ne hanno contrariamente al passo gara mostrato nelle libere di venerdì. 
 Davanti, Verstappen fa di tutto per raggiungere Hamilton e ci riesce passandolo poco prima di metà gara grazie ad un pit-stop anticipato e ad alcuni giri formato qualifica. A venti giri dalla fine l’olandese volante anticipa la seconda sosta, mette le medie, torna quarto ma in pista guadagna un secondo a giro su Hamilton e Bottas che gli sono davanti. Passato il compagno Perez, Verstappen si rilancia all’inseguimento delle Mercedes che a loro volta non si fermano firmando così la sconfitta. Il leader del Mondiale (con 131 punti contro i 119 di Hamilton) passa ben presto il finlandese della Mercedes e negli ultimi giri del Gp di Francia raggiunge anche Hamilton fulminandolo sul più bello alla penultima tornata grazie alle sue gomme nettamente più fresche e performanti. E l’inno olandese può risuonare sul podio per far dimenticare le amarezze di Baku. E le parole targate Verstappen sono gioia pura che fanno ben capire che quest’anno in Formula 1 qualcosa è cambiato: «Verso fine gara mi sono divertito, sì. All’inizio però è stato molto difficile, con il vento. Un giro avevi il bilanciamento ok, quello dopo scivolavi ovunque. Tenere la stabilità della macchina è stato difficile. Ma una volta fatto il primo pit-stop abbiamo visto che con le gomme dure mi mettevano in difficoltà da dietro. Per fortuna - conclude il pilota olandese della Red Bull - abbiamo scelto la strategia a due soste. Abbiamo dovuto sudare tanto ma alla fine abbiamo vinto. E’ stato difficile perché c'erano tanti doppiati da superare ma per fortuna si sono tutti comportati bene e abbiamo potuto fare una bella lotta. Prima curva? Ho perso il posteriore, semplicemente. Ho cercato di correggere, ma la macchina non si fermava. C'è lotta ogni gara, sarà così per il resto della stagione». Una stagione ben diversa dalle ultime che promette spettacolo ed emozioni ad ogni Gp.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA