Notizie locali
Pubblicità

Sport

Giro di Sicilia, prima tappa a Matteo Malucelli che esulta: «Avevo bisogno di questa vittoria»

Il corridore, al momento senza squadra, ma in gara con la maglia della Nazionale italiana per la revoca della licenza Uci alla Gazprom-Rusvelo per la guerra in Ucraina, ha tagliato il traguardo di Bagheria dopo 199 chilometri 

Di Redazione

Matteo Malucelli ha vinto in volata la prima tappa del Giro di Sicilia partito oggi da Milazzo. Il corridore, al momento senza squadra, ma in gara al Giro di Sicilia con la maglia della Nazionale italiana per la revoca della licenza Uci alla Gazprom-Rusvelo per la guerra in Ucraina, ha tagliato il traguardo di Bagheria dopo 199 chilometri precedendo Matteo Moschetti della Trek-Segafreddo e il ciclista di casa, il palermitano Filippo Fiorelli, della Bardiani Csf Faizanè. Malucelli, che ha chiuso in 4h e 21' alla media di 45,7 km/h, è anche il primo leader della classifica generale e oltre la maglia giallorossa ha indossato anche quella ciclamino della classifica a punti. Stefano Gandin, del Team Corratec, è invece maglia verde pistacchio come leader del Gran Premio della Montagna, mentre a David Martin Romero della Eolo-Kometa Cycling Team, è andata la prima maglia bianca come miglior giovane. 

Pubblicità

«E' stata una tappa impegnativa, per me questo è un successo che ci voleva. Ne avevo proprio bisogno». Così il vincitore della prima tappa del Giro di Sicilia Matteo Malucelli ha commentato a caldo subito dopo il traguardo la vittoria e la maglia giallo rossa conquistate a Bagheria dopo 199 chilometri di corsa. Malucelli, in gara con la maglia azzurra della Nazionale Italiana dopo il lavoro in ritiro con la Gazprom-Rusvelo, si è ritrovato senza squadra per la decisione della Uci di revocare la licenza per via delle sanzioni alla Russia in conseguenza dell’invasione in Ucraina. 

«E' un periodo difficile - ha continuato Malucelli - io e i miei compagni di squadra ci siamo trovati in una situazione complicata, ma questo risultato è il segno che abbiamo lavorato bene durante l’inverno e anche in questo primo periodo di gare. Se avessimo continuato a correre tutti insieme ci saremmo potuti togliere tante soddisfazioni. Sono senza squadra e non so se questa sarà la mia ultima vittoria da professionista, ma intanto sono felicissimo e spero che questo possa essere un nuovo punto di partenza». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: