Notizie locali
Pubblicità

Sport

Harakiri Messina, anche il Monterosi espugna il "Franco Scoglio"

Giallorossi in piena crisi. Quarta sconfitta di fila e classifica che piange. La panchina di Sullo scricchiola, ma preoccupa l'effettiva statura della squadra

Di Manuel Pernice

Sprofondo giallorosso. Quarta sconfitta consecutiva e classifica che ora piange davvero. Il Messina perde anche contro il Monterosi. E l'ennesima sconfitta apre ufficialmente la crisi dei peloritani. Una squadra slegata, debole difensivamente ma soprattutto mentalmente. Ora la panchina di Sullo, per la prima volta, scricchiola.

Pubblicità

Eppure i biancoscudati avevano cominciato bene. Con Adorante e Balde che non impattano la sfera da due passi. Al 19' si fa vivo il Monterosi: incursione di Polidori che conclude, Lewandowski blocca la sfera. Con il passare dei minuti il Messina perde brillantezza. Manovra lenta che fa il solletico agli avversari. E al 31' gli ospiti sbloccano il match. Fazzi sbaglia il disimpegno rinviando su un avversario. Palla per Costantino che trafigge un Lewandowski non irresistibile. Il Messina non riesce a svegliarsi dal torpore e il nervosismo aumenta. Ma al 42', nel momento torrido del match, i peloritani acciuffano il pari. Fofana serve Adorante che al volo trafigge Borghetto.

 

 

Nella ripresa il Messina parte forte. Adorante gira di testa ma la sfera si spegne a lato. Poco dopo Damian prova a "spaccare" la porta dalla distanza. Borghetto è attento e respinge. E il Monterosi? Al 52' i laziali ripartono pericolosamente in contropiede. Ma Di Paolantonio spreca tutto concludendo a lato. Tre minuti dopo gli ospiti tornano in vantaggio. Fofana perde un pallone sanguinoso, Polidori con uno scavetto supera Lewandowski. Il nuovo vantaggio taglia le gambe ai peloritani. Sullo prova a cambiare il match dalla panchina inserendo Milinkovic al posto di un pimpante Balde. Il cambio non sortisce gli effetti sperati, anzi. Il serbo predica nel deserto e non riesce mai ad accendersi. E al 75' arriva anche il colpo del ko di Mbende. Il Messina é frastornato come un pugile alle corde ed incapace di abbozzare una reazione. Cala il sipario, altra sconfitta. E i tifosi si chiedono, ma è colpa solo di Sullo?

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA