Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Catania beffato sul più bello: Sipos e Moro non bastano, il Taranto vince all'ultimo secondo

Sotto di due gol in apertura di ripresa i rossazzurri non mollano la presa e agguantano i pugliesi. Nel recupero la doccia fredda

Di Giovanni Finocchiaro

Ancora una sconfitta nel recupero per un Catania a due velocità: distratto nella fase difensiva, capace di rimontare lo 0-2 con i gol di Sipos e Moro. Ma dopo il 90' il 3-2 lo ha piazzato il Taranto, per nulla tramortito dal pari beccato nella ripresa. Il Catania, stavolta, non meritava di perdere per quello che ha costruito (e anche non sfruttato) nel corso dell'intero match. Ma è una punizione che condanna più del dovuto il gruppo di Baldini.

Pubblicità

Il gol di Giovinco ha spezzato il tentativo di dominare il match da parte dei rossazzurri. La girata dell'attaccante dei pugliesi è stata spettacolare e imparabile. Ma il Catania per tutta la durata del primo tempo ha tenuto il pallino del gioco cercando il pari prima con Russini (assist di Ceccarelli, bravo il portiere dei padroni di casa a deviare in angolo), poi con un colpo di testa di Provenzano da posizione favorevole, ancora su cross di Ceccarelli.

Il Taranto dopo il vantaggio si è limitato a raddoppiare sul portatore di palla avversario, chiudendo le fasce, tenendo a bada Moro con una sorta di “gabbia” sul centravanti dell'Under 20. E, prima del riposo, ecco un'altra fiammata pugliese, con Labriola che scheggia la traversa da posizione favorevole.

Nella ripresa il 2-0 segnato da Civilleri (12') su passaggio di Giovinco. Gara terminato? Per nulla: subito dopo il neo entrato Sipos accorcia inserendosi in area avversaria di forza su suggerimento di Calapai. Il 2-2 arriva grazie a un rigore di Moro, a 20' dalla fine: l'azzurrino è stato atterrato in area e dagli undici metri non ha perdonato Chiorra. Nel recupero il 3-2 di Bellocq su un angolo dei pugliesi sui quali Cataldi non ha controllato l'avversario. Una beffa in piena regola per Baldini che dovrà preparare il ritorno al Massimino, sabato, contro il Potenza.

TARANTO (4-2-3-1): Chiorra 6; Tomassini 6, Granata 5,5, Zullo 5,5, Ferrara s.v. (dal 5' p.t. De Maria 5,5); Marsili 6, Labriola 6 (dal 16' s.t. Mastromonaco 6); Italeng 6,5, Civilleri 6,5, Pacilli 6,5 (dal 16' s.t. Bellocq 6,5); Giovinco 7 (dal 29' s.t. Santarpia s.v.). A disp.: Antonino, Cannavaro, Versienti, Zecchino, Ghisleni. All. Laterza 6,5.

CATANIA (4-3-2-1): Sala 5,5; Calapai 6 (dal 20' s.t. Albertini 6), Claiton 5,5, Monteagudo 5,5, Zanchi 6 (dal 20' s.t. Greco 5,5); Izco 6 (1' s.t. Sipos 6, Maldonado 5 (dal 30' s.t. Rosaia s.v.), Provenzano 6 (dal 37' s.t. Cataldi s.v.); Ceccarelli 6,5, Moro 6, Russini 6,5. A disp.: Stancampiano, Ercolani, Ropolo, Pino, Biondi, Frisenna. All. Baldini 6.

ARBITRO: Longo di Paola 6 (Pragliola e Ciancaglini).

RETI: Giovinco al 16' p.t., Civilleri al 12', Sipos al 17', Moro su rigore al 26', Bellocq al 49' s.t.

NOTE: espulsi Pellegrino (dirigente rossazzurro) al 12' s.t, Granata per doppia ammonizione al 48' s.t.. Ammoniti De Maria, Zanchi, Granata, Albertini.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: