Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Messina, già salvo, cede in casa con la Turris

Vantaggio campano su rigore. Raddoppio ospite dopo una distrazione difensiva. I peloritani timbrano la traversa con Piovaccari e accorciano con Russo

Di Manuel Pernice

Perdere non è mai bello, anche se hai raggiunto l’obiettivo salvezza. Il Messina si congeda da questo campionato con una sconfitta. La Turris passa in vantaggio nel primo tempo con il rigore di Giannone. Nella ripresa i campani raddoppiano con Leonetti che approfitta di una indecisione tra Celic e il portiere Lewandowski. I peloritani sono comunque vivi e riaprono il match con Russo. Alla fine arriva una sconfitta, ma i biancoscudati hanno onorato al massimo l’impegno. Con qualche rimpianto per il risultato.

Pubblicità

 

 

Il primo lampo del match è della Turris. Al 9’ Giannone conclude dalla distanza, Lewandowski respinge con qualche affanno. Il Messina risponde quattro minuti dopo con Fazzi. Ma la conclusione del terzino peloritano è strozzata e si spegne a lato. Con il passare dei minuti la Turris prende il centro del “ring”. Alla mezz’ora i campani costruiscono due occasioni nitide. Ma sia Franco che Varutti non inquadrano di poco lo specchio. Risponde il Messina al 34’ con Piovaccari, la sua conclusione velenosa è deviata in corner dalla difesa. Due minuti dopo cambia il film della partita. Conclusione di Giannone dal limite e fallo di mano in area di Celic. L’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Alla battuta va lo stesso fantasista campano che spiazza Lewandowski e firma il vantaggio. Il gol subìto punge nell’orgoglio i peloritani che escono gli artigli alla ricerca del pari. Al 39’ pezzo di bravura di Fofana, che disegna un “arcobaleno” perfetto. Perina non è d’accordo, vola e devia in corner. Al tramonto della prima frazione i peloritani sfiorano nuovamente il pari. Punizione di Russo diretta sotto al sette, ma il portiere campano è ancora prodigioso.

Nella ripresa la Turris alla prima occasione raddoppia. Al 52’ lancio di Tascone, Celic colpisce di testa, Lewandowski ritarda l’uscita e Leonetti lo trafigge. Tre minuti dopo i peloritani sfiorano il gol. Statella imbecca Piovaccari che da due passi colpisce la traversa, sulla ribattuta Di Nunzio salva su Marginean. Al 56’ la Turris sfiora il tris, Giannone prova il jolly dalla distanza ma la sfera si stampa sulla traversa. Il tecnico Raciti aumenta il peso offensivo inserendo Adorante per Fofana. Il Messina continua a crederci per provare a riaprire il match. Al 80’ Russo trova un gol da cineteca, stop di petto e tiro al volo dalla distanza che si infila all’angolino. Due minuti dopo i peloritani sfiorano il pari: conclusione al volo di Fazzi che esce di un soffio. Nei minuti finali il Messina ci prova, ma la Turris è attenta e porta a casa tre punti determinanti per la corsa ai play off.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: