Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Mondiale è uno show, Hamilton vince in Qatar e accorcia a -8 su Verstappen

L'inglese domina la gara, l'olandese protagonista di una partenza fantastica ci prova ma arriva secondo (ma col giro più veloce)

Di Redazione

Settima vittoria stagionale, la 102esima in carriera, per Lewis Hamilton che vince il Gp del Qatar, terzultimo appuntamento del mondiale di F1, riportandosi a ridosso di Max Verstappen in classifica piloti con 8 punti di ritardo. Il 7 volte iridato della Mercedes domina la corsa partendo dalla pole position e conducendo la gara per tutti e 57 i giri, alle sue spalle al traguardo la Red Bull di Verstappen, terza la Alpine di Fernando Alonso.

Pubblicità

Partenza da manuale per Lewis Hamilton che mantiene la prima posizione in griglia prendendo subito il comando della gara, alle sue spalle Fernando Alonso su Alpine è bravo a bruciare l’Alpha Tauri di Gasly salendo in seconda posizione. Ottimo avvio di Max Verstappen, l’olandese della Red Bull, che scontava 5 posizioni di penalità in griglia, passa subito dalla settima alla quarta piazza. Partenza da dimenticare per Bottas, il finlandese della Mercedes è 11esimo. 
Grande rimonta di Verstappen che nel giro di 4 giri supera Gasly e Alonso e al quinto giro è subito secondo a 3''9 da Hamilton. Più indietro le Ferrari con Sainz settimo, 12esimo Leclerc. Al decimo giro Hamilton conduce con 5''3 su Verstappen, terzo Alonso seguito da Gasly e Norris, sesta la Red Bull di Perez, settimo Ocon, ottava la 'rossà di Carlos Sainz, nono Bottas. 

Al 18esimo giro Verstappen subito ai box per montare la gomma bianca, l'olandese rientra davanti ad Alonso sempre in seconda posizione, ora il vantaggio di Hamilton è di 34 secondi. Immediata contromossa del 7 volte iridato, stessa gomma e distacco da Verstappen di 10 secondi. Hamilton fa subito registrare il miglior tempo, 1'27''1. Ha intanto guadagnato posizioni l’altra Mercedes, quella di Bottas, risalita in quarta posizione. Ai box Alonso, gomma bianca, anche per lo spagnolo che rientra ottavo perdendo 5 posizioni. Botta e risposta a distanza Hamilton-Bottas per il giro veloce che vale un punto addizionale. 

 Lewis Hamilton guida il Gp del Qatar a metà gara, 28 giri su 57. Il pilota della Mercedes ha alle sue spalle Verstappen e Bottas. Quarta la Red Bull di Perez, quinto Alonso. La distanza tra Hamilton e Verstappen è di 6''6. Colpo di scena al 34esimo giro, foratura per Bottas che rientra ai box. La terza posizione è ora di Perez, 14esimo Bottas. A 20 giri dalla fine il distacco di Hamilton su Verstappen sale a 8''4. 
Al 42esimo giro cambio gomme per Verstappen che monta una gomma gialla nel tentativo di recuperare il gap sulla Mercedes. Cambio anche per Perez che da terzo rientra quinto dietro ad Alonso e Norris. Cambia anche Hamilton che rientra con un margine di 9''7 sull'olandese. Recupera posizioni Perez che dopo un gomma contro gomma con Ocon guadagna la quinta piazza e mette nel mirino Norris e Alonso. Pit-stop per Norris che rientra undicesimo. Si ritira intanto Bottas poer problemi alla sua monoposto. 
Quando mancano 5 giri alla fine, Hamilton ha quasi 10 secondi di vantaggio sulla Red Bull, più indietro Alonso che ha 8 secondi su Perez. Diverse le forature in prossimità dei cordoli, dai box arrivano raccomandazioni ai piloti di non rischiare. Si ferma Latifi, entra in pista la virtual safety car. Ai box Vertappen a due giri dalla fine che monta gomma soft per assicurarsi il giro veloce che gli permette di mantenere 8 punti di vantaggio in classifica sul pilota della Mercedes. Non succede più nulla, trionfa Hamilton davanti a Verstappen e Alonso, quarta la Red Bull di Sergio Perez. Settima e ottava la Ferrari con Sainz e Leclerc. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA