Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il nisseno Federico La Barbera 5° ai Mondiali junior

A Creta, l'allievo del maestro Sardo ha sfiorato il podio nei 55 kg. Sulla rampa di lancio il catanese Salvatore Samuel Cocuzza

Di Lorenzo Magrì

La pesistica italiana dopo gli straordinari risultati ai Giochi di Tokyo guarda al futuro con tanti giovani talenti che provano a emulare le imprese di Giorgia Bordignon argento nei 64 kg, Mirko Zanni bronzo nei 67 kg e il trapanese Nino Pizzolato bronzo negkli 81 kg. E proprio la Sicilia continua a essere serbatoio di grandi a una scuola fatta di grandi tecnici e storiche società che portano avanti l'attività con grande impegno, sacrificio e tanta competenza.

Pubblicità

Ai Mondiali junior che si sono chiusi a Heraklion nell'Isola greca di Creta, l'Italia ha conquistato l'argento nello strappo con 125 kg a con Sergio Massidda nei 61 kg dove era il favorito. L'azzurrino era infatti arrivato a Creta con tre titoli iridati e senza l'infortunio alla spalla dopo lo strappo era tra i candidati al poker iridato d'oro.

Nella finale della categoria 55 kg, il nisseno Federico La Barbera, allievo al Gs Fiamme Oro Caltanissetta del maestro Maurizio Sardo che è anche il responsabile tecnico della Fipe Sicilia, ha sfiorato il podio chiudendo con un prestigioso 5° posto. La Barbera era entrato in gara nello strappo con una prova valida a 100 kg, migliorando di 2 kg il suo precedente primato personale, Peccato poi per le prove successive, in cui non vanno i tentativi a 103 e 105 kg, falliti di un soffio. Sesto posto di specialità per lui. Nello slancio il ventenne nisseno solleva i 125 kg e prova i 129 kg che gli garantirebbero il bronzo. Federico è bravo nella fase di girata ma purtroppo non riesce la spinta, con il bilanciere che non sale sopra la testa. Per lui dunque un totale di 225 kg e un buon 5° posto totale.

 

I tre azzurrini ai Mondiali junior: Federico La Barbera, Sergio Massidda e Viola Valoggia

 

A completare il bilancio azzurro ai Mondiali junior, Viola Valoggia, capace all'esordio nei 55 kg, di chiudere con un 8° posto di strappo (80 kg) e un 10° posto di slancio (98 kg) chiudendo all'11° posto finale con un totale di 178 kg.

 

Il giovane talento catanese Salvatore Samuele Cocuzza in azione

 

E sulla rampa di lancio ci sono altri siciliani con in testa Salvatore Samuel Cocuzza, catanese, figlio d'arte con il papà Alessandro, anche lui in passato pesista siciliano di valore. Salvatore Samuel Cocuzza, si allena periodicamente al Centro Federale Nazionale di Caltanissetta, diretto dal Direttore Tecnico Regionale Maurizio Sardo, come atleta di grande interesse della Fipe. Tesserato per la società nissena Nucleo della Gioventù diretta dal maestro Giovanni Scarantino, questo giovane atleta si è subito distinto per le sue qualità atletiche che lasciano ben sperare per un futuro di alta qualificazione . La strada è lunga e tortuosa, ma i presupposti sono ottimali per esprimere al meglio risultati di alta qualificazione, nazionale e internazionale, come la Sicilia merita.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: