Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Palermo vince anche fuori da campo: 150 vaccinati tra i tifosi

Il club in collaborazione con l'Asp ha offerto un biglietto per il match di Coppa Italia contro il Picerno; dose a 61 under 18 e anche a un anziano di 85 anni

Di Redazione

Benito, classe 1936, 85 anni compiuti lo scorso mese di febbraio, finora non aveva risposto agli appelli alla vaccinazione. E’ stato l’amore per il calcio e per il Palermo a spingerlo a ricevere la prima somministrazione allo stadio Barbera questo pomeriggio a conclusione dell’iniziativa organizzata dalla società rosanero insieme all’Asp del capoluogo.

Pubblicità

Chi si è vaccinato ha ricevuto un biglietto omaggio per assistere alla partita di coppa Italia Palermo-Picerno, in programma sabato al Barbera. In due giorni sono state 150 le persone che si sono, complessivamente, vaccinate allo stadio, di cui 126 hanno ricevuto la prima dose di siero. Oltre a Benito anche un’altra ottantenne, Concetta ha scelto l’ambulatorio mobile dell’Asp allestito al Barbera per avere somministrata la prima dose. Tanti anche i ragazzi, ben 61 under 18 che si sono vaccinati nell’ambulatorio con vista sul terreno di gioco.

«Ringrazio il Palermo calcio per un’iniziativa che ha consentito di vaccinare oltre 120 persone che, finora, non eravamo riusciti a raggiungere - ha sottolineato il direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni - la collaborazione e l’integrazione tra realtà anche diverse sono fondamentali per raggiungere un obiettivo comune, e cioè somministrare le dosi al maggior numero di cittadini per raggiungere l’immunità di gregge. La vaccinazione è l’unica soluzione ad una pandemia che continua a condizionare le nostre vite . Siamo sempre pronti e disponibili ad iniziative come quella organizzata con il Palermo calcio per convincere gli irriducibili. E l’esempio dei due giorni che ci hanno visti impegnati allo stadio, dimostra che la passione per il calcio e l’amore per la propria squadra del cuore può anche essere utile per vaccinare chi ancora era restio». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA