Notizie locali
Pubblicità

Sport

«Siamo allibiti ma rinunciamo all'appello», la Mercedes "incorona" Verstappen

Di Redazione

Un cavaliere non risolve le dispute a suon di carte bollate e quando è il caso sa dove fermarsi, rimandando il duello alla prossima occasione. Il giorno dopo la cerimonia in cui a Windsor Lewis Hamilton è stato insignito del prestigioso titolo onorifico dal principe Carlo, il suo team, la Mercedes, decide di rinunciare all’appello davanti alla Fia per contestare la vittoria di Max Verstappen nel Gp di Abu Dhabi.

Pubblicità

 

 

Una scelta che, a poche ore dalla scadenza del termine per la presentazione, blinda la conquista del titolo mondiale da parte dell’olandese della Red Bull, al quale lo stesso team anglo-tedesco fa i complimenti, mettendo fine alle polemiche e ai veleni che aleggiavano su uno dei campionati più entusiasmanti da molti anni in qua. 

Una scelta non facile, da parte della Mercedes, che nel lungo comunicato dell’annuncio esprime senza mezzi termini tutto il malumore per quanto avvenuto ma facilitata e quasi imposta dalla decisione della Fia di istituire una Commissione per un approfondito esame di quanto avvenuto domenica nel convulso finale di gara a Yas Marina e per trarre conclusioni prima dell’inizio della stagione 2022. Nel mirino, la gestione della safety car dopo l’incidente a Latifi e alle comunicazioni tra la direzione di gara e i team che hanno generato incomprensioni e forti reazioni da parte di scuderie, piloti e tifosi. 

«Abbiamo lasciato Abu Dhabi increduli di fronte a quello a cui avevamo appena assistito. Fa parte del gioco perdere una gara, ma è diverso quando si perde la fiducia nelle corse», sottolinea la Mercedes. «Molti, noi compresi, hanno riconosciuto che le cose non si sono svolte nel modo giusto», per questo, si spiega sono stati presentati i ricorsi, rigettati la sera stessa dai commissari. Mercedes ora accoglie «con favore la decisione della Fia. La riterremo responsabile del processo e con la presente ritiriamo il ricorso». 

Il team ha poi fatto le congratulazioni a Verstappen e Red Bull, affermando che la lotta per il titolo del campionato di F1 è stata «veramente epica», e soprattutto ad Hamilton. «Anche se il mondiale piloti non è finito come speravamo, non potremmo essere più orgogliosi della nostra squadra: Lewis, sei il più grande pilota nella storia della Formula 1 e hai guidato il tuo cuore per ogni giro di questa incredibile stagione. Sei uno sportivo impeccabile dentro e fuori dalla pista e hai fornito una prestazione impeccabile». Come un vero cavaliere deve essere. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA