Notizie locali
Pubblicità

Sport

Lazio spuntata, vince la Juve con due rigori

Doppietta di Bonucci dal dischetto, i bianconeri agganciano i biancocelesti a quota 21

Di Redazione

Importante vittoria della Juventus che nell’anticipo serale della 13esima giornata di Serie A va a vincere 2-0 all’Olimpico contro la Lazio. A decidere la sfida in favore della formazione bianconera due rigori realizzati da Leonardo Bonucci al 23' e all’83'. La sesta vittoria in campionato permette alla squadra di Allegri di affiancare la Lazio in quinta posizione in classifica con 21 punti.

Pubblicità

E’ la squadra di Sarri a fare la partita nei primi minuti con un pressing alto sui giocatori bianconeri. Al 12' cambio forzato in casa Juve, Danilo che resta a terra infortunato dopo una azione personale, al suo posto entra Kulusevski. Al 23' episodio chiave per la gara: contatto in area biancoceleste tra Cataldi e Morata, l’arbitro Di Bello dopo aver visto le immagini al Var indica il dischetto. Agli 11 metri va Bonucci che di destro insacca all’incrocio dei pali. 

La reazione della Lazio è una punizione di Milinkovic-Savic, un giocatore in barriera alza in angolo. Sul successivo corner tiro di Luis Alberto murato. Insiste la squadra capitolina, un tiro a giro di Milinkovic-Savic viene bloccato da Szczesny. 
Al 40' occasione Juve: Cuadrado affonda sulla fascia destra e mette al centro per Morata il quale prova in acrobazia la via del gol ma la palla è alta. Nel finale di tempo nuova opportunità per i bianconeri, sugli sviluppi di una punizione torre a centro-area di Bonucci per l'accorrente Kulusevski la cui conclusione viene murata da un difensore.

La ripresa inizia con un affondo di Kulusevski il cui rasoterra viene deviato in angolo da Reina. Sul conseguente corner la palla danza davanti alla porta ma Reina la toglie dai piedi di Bonucci pronto alla deviazione sotto porta. Ripartenza Juve, Chiesa serve Kulusevski che perde l’attimo sprecando. Al 59' potenziale occasione per Luis Alberto che ritarda il tiro dal limite e viene contenuto da Rabiot in scivolata. Cambio per Sarri, fuori Zaccagni, dentro Muriqi. 

Col passare dei minuti aumenta la tensione in campo. Cambi per il rush finale. Nella Juve entra Kean per Morata, nella Lazio Raul Moro per Anderson. Kean si rende subito pericoloso, Acerbi in scivolata ne mura la conclusione rasoterra. Al 78' Acerbi per Milinkovic-Savic che fa da sponda per Muriqi che non arriva alla deviazione sul secondo palo per un soffio. 
All’83' Chiesa con una serpentina dribbla un difensore e il portiere della Lazio Reina che lo atterra. Nuovo penalty per la Juventus, è ancora Bonucci a incaricarsi del tiro, il capitano bianconero spiazza Reina con una conclusione potente e precisa che gli permette di festeggiare per la doppietta. All’88' Kean a tu per tu con Reina si fa ipnotizzare dal portiere che evita un passivo più pesante. Dopo 4 minuti di recupero esplode la gioia bianconera per l’importante vittoria in trasferta. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA