Notizie locali
Pubblicità

Sport

Lecce: Baroni, Torino test fisico ma non si può sbagliare

Necessario essere compatti, dinamici e feroci. Out Strefezza

Di Redazione

LECCE, 04 SET - Dare seguito alla prestazione positiva fatta sul campo del Napoli, con l'obiettivo di cercare di muovere ancora la classifica. Il Lecce di Marco Baroni, di scena domani sera nel posticipo sul campo del Torino, cerca continuità di gioco e risultati. "Arriviamo a questa gara con la convinzione di un risultato positivo che ci dobbiamo però mettere dietro le spalle - esordisce il tecnico - e non abbiamo il tempo di pensare al passato. Giocheremo contro una delle formazioni più fisiche e aggressive del campionato ragion per cui questo è un test particolarmente impegnativo perché sono partite dove dobbiamo dimostrare di essere al loro pari per attenzione e aggressività. Loro hanno già un lavoro alle spalle con Juric, noi abbiamo appena intrapreso un percorso di progetto e identità. Ma Torino non possiamo sbagliare nulla". Su eventuali contromisure da adottare o ballottaggi da effettuare, il tecnico dei giallorossi sembra avere le idee chiare: "Conta solo cosa facciamo noi contro gli avversari, in campo è necessario essere compatti, dinamici e feroci - dichiara Baroni - Non penso a dei titolari nella mia rosa, in questo momento, soprattutto con un calendario coì vicino, devo necessariamente essere attento alle risorse fisiche e mentali di tutti i miei atleti, abbiamo ragazzi che devono crescere tanto. In questo Lecce non ci sono titolari o riserve, voglio giocatori pronti, sia dall'inizio che chi entra a gara in corso: non ho bisogno di uomini, ma di giocatori che vanno forte e lo fanno per il maggior tempo possibile". Dalla lista dei convocati, oltre ai lungodegenti Cetin, Dermaku e Voelkerling, Baroni dovrà fare a meno per circa un mese di Strefezza, bloccato per un problema muscolare. A chi gli prospetta un possibile impiego del nuovo arrivato Oudin, il tecnico è abbastanza esplicito: "Si allena con noi da tre giorni, viene da un estate in cui non ha svolto un lavoro di preparazione importante, ma è stato inserito fin da subito tra i giocatori in partenza: necessario al momento alzare la tenuta fisica. Come per gli arrivi in corso non possiamo fare delle mini preparazioni, quindi lavoreremo sia sul campo che inserendolo sulla partita", conclude il tecnico.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: