Notizie locali
Pubblicità

Sport

Lippi, Nazionale? Mai ricevuto chiamate

Ct campione mondo 2006: vedo qualità in A, soprattutto Inter

Di Redazione

ROMA, 25 APR - "Vedo delle qualità, soprattutto nell'Inter. Il centrocampo nerazzurro lo hanno poche squadre in Europa. Anche lo stesso Milan con Tonali che ieri sera è stato determinante al di là del gol. Un buon segnale anche per la Nazionale". Ai microfoni di Radio Anch'io sport l'ex ct azzurro campione del mondo 2006 Marcello Lippi parla di Serie A, Juve e azzurro. "L'Europeo vinto è stato molto importante. Io non sono d'accordo con nessuno di quanto detto sin qui dopo il mancato Mondiale. In questo momento non ci sono tantissimi giocatori, ma le qualità le abbiamo. Purtroppo siamo fuori dal secondo Mondiale, ma siamo fiduciosi per il futuro. La Nazionale? Non torno, ho deciso di smettere dopo la Cina. Non ho ricevuto alcuna chiamata, ma anche l'avessi ricevuta avrei rifiutato". Poi sulla lotta scudetto Lippi dice: "E' un campionato sorprendente sia in testa e sia in coda. La lotta al vertice è avvincente con le due milanesi. Due squadre forti con ottimi giocatori, è ancora tutto in dubbio. Un leggero vantaggio per l'Inter visto il recupero da giocare. Il calendario non è scontato visto che ci sono squadre che lottano ancora per i propri obiettivi. Tutto è da decidere". Lippi infine si sofferma sulla Juve: "Campionato discreto, poteva fare di più. Nell'ultimo periodo ha ripreso un certo rendimento, ma tutti noi ci aspettiamo di più dalla Juve. Fa parte del gioco del calcio avere cicli, non sarebbe nemmeno bello vincesse sempre la stessa squadra. Allegri? Allenatore da grande squadra e uno dei più affidabili d'Europa".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA