Notizie locali
Pubblicità

Sport

Mihajlovic, offese social? Non hanno palle a dirlo in faccia

'Mia figlia ha risposto perchè insulti non c'entrano col calcio'

Di Redazione

BOLOGNA, 03 SET - "Mia figlia ha risposto perché c'erano insulti che non c'entravano nulla col calcio. Queste sono le solite m.... che si nascondono dietro alle tastiere, poi magari davanti ti fanno i complimenti. Mia figlia mi ha chiamato ieri e mi ha fatto vedere cosa avevano scritto. Io per fortuna sono abituato, i miei figli meno, possono preoccuparsi e dispiacersi". Così l'allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic, nella conferenza stampa pre partita, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento al post pubblicato ieri dalla figlia Viktorija, che ha reagito con un sfogo alle critiche sui social dei tifosi del Bologna, alcune delle quali particolarmente pesanti nel mettere in relazione la malattia del padre con i risultati della squadra. "Sono cose troppo personali, quando si oltrepassa il limite poi bisogna rispondere in una certa maniera. Ma questo purtroppo è il mondo di oggi. Persone che si nascondono dietro una tastiera - ha ribadito il tecnico del Bologna - e non hanno le palle di dire le cose in faccia o di farsi vedere. Io comunque nemmeno li leggo, non ho i social, è più per le mie figlie, ma si dovranno abituare anche loro purtroppo, del resto la vita è così".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA