Notizie locali
Pubblicità

Sport

Mille tifosi a Torre del Grifo per l'“ultimo saluto” al Calcio Catania: tra cori e lacrime

Un momento intenso quello vissuto dalle 14 nella struttura che adesso chiuderà i battenti: applausi per giocatori e tecnico

Di Giovanni Finocchiaro

La domenica senza la partita, il giorno dopo la cessazione dell'attività del Calcio Catania che era già fallito, i tifosi rossazzurri (un migliaio circa) si sono ritrovati nello spazio antistante il centro sportivo di Torre del Grifo per salutare giocatori e tecnico. Cori e lacrime. Rabbia e la speranza di un domani migliore. L'abbraccio a Francesco Baldini, tecnico che ha trattenuto stento le lacrime, e ai calciatori.

Pubblicità

Un momento intenso quello vissuto dalle 14 nella struttura che, adesso, chiuderà battenti in attesa di essere rilevata da qualcuno. I ragazzi delle curve hanno applaudito, scandito i cori che avrebbero voluto lanciare al Massimino. Il tecnico ha risposto agli applausi: “Noi non siamo falliti, ai tifosi dico che voi siete i custodi di una storia che deve ripartire e non bisogna permettete a nessuno di calpestare la vostra passione”.

Un ricordo su tutti prevale dopo un anno trascorso a Catania per il tecnico toscano: “Una serata sull'Etna in eruzione con lo staff. E sarà un ricordo extracampo che mi porterò nel cuore”.

 

 

I giocatori vanno via tristi. Izco, chiamato a parlare di fronte ai tifosi non ha trattenuto la commozione. Il catanese Biondi ha sintetizzato: “Dopo aver visto la passione di questa città non capisco perchè non si venga a investire con un progetto serie e cifre certe”. Russotto, uno dei veterani: “Meritavamo un minimo di rispetto in più”.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: