Notizie locali
Pubblicità

Sport

Mondiali giovanili: bronzo all'iblea Savita Russo

La giovane judoka della Koizumi Scicli sul podio di Sarajevo nella categoria 57 kg. Si sono fermati gli altri due siciliani Francesco Sampino e Danilo Articolo

Di Lorenzo Magrì

Arriva la quarta medaglia dell’Italia ai Mondiali cadetti e cadette di Sarajevo, e porta la firma dell’iblea Savita Russo bronzo nella categoria 57 kg. Per la judoka della Koizumi Scicli del maestro Maurizio Pelligra, cinque incontri per quattro vittorie coronate dalla finale per il terzo posto nella quale la siciliana ha impugnato le redini dell’incontro con la polacca Julia Bulanda fin dal primo “hajimè” e, senza mai concedersi pause, ha chiuso senza patemi con una vittoria maturata dal buon lavoro a terra che le ha fruttato wazari. Contro la greca Galini Sirinidou, la bulgara Snezhana Gramatikova e la kazaka Dana Abdirova le tre vittorie che l’hanno promossa alla semifinale, dove è stata fermata dalla brasiliana Bianca Reis che, nei preliminari, aveva imposto il disco rosso anche a Gaia Stella, l’altra azzurra che nei 57 kg era partita bene con la vittoria sulla statunitense Danielle Pekler e poi s’è fermata.

Pubblicità

<Sono contenta di come è andata questa gara - le parole di Savita Russo -  so che potevo anche fare meglio, ma è un Campionato del Mondo e voglio essere soddisfatta di me stessa… voglio che sia un punto da cui partire. Ringrazio la mia famiglia, il mio maestro Maurizio Pelligra e i miei compagni che mi hanno aiutato a raggiungere questo risultato".

 

Savita Russo (con la medaglia di bronzo) con i tecnici azzurri

 

 

<Una medaglia importante per il nostro movimento – tiene a sottolineare Corrado Bongiorno, presidente della Federjudo Sicilia – che premia i sacrifici dei nostri atleti e il lavoro di tecnici e dirigenti delle società isolane>.

 

Danilo Articolo (Koizumi Scicli)

 

In azzurro anche altri due siciliani. Sfortunata la gara del palermitano Francesco Sampino (Virtus Villabate) che, nei 60 kg, non è riuscito a superare il serbo Matija Jeremic al primo turno ed è stato quindi tagliato fuori dalla corsa per le medaglie e l’ibleo Danilo Articolo altro allievo del maestro Maurizio Pelligra alla Koizumi Scicli che ha fermato la sua corsa nei 73 kg.

 

Federico Bosis e Gaia Massimetti con i due tecnici azzurri

 

L’Italia aveva già vinto il bronzo con Rebecca Valeriani nei 44 kg, l’oro con Gaia Massimetti nei 52 kg e il bronzo con Federico Bosis nei 66 kg.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: