Notizie locali
Pubblicità

Sport

Mondiali, Iran: Skocic "Sfida contro Usa? Penso solo al calcio"

Ct: "Sono convinto che possiamo approdare agli ottavi di finale"

Di Redazione

ROMA, 02 APR - L'allenatore dell'Iran, che è stato inserito dal sorteggio di ieri nel Girone B dei Mondiali, assieme agli Stati Uniti, ha assicurato di voler "pensare" solo "al calcio", nonostante il travagliato contesto politico e storico fra i due Paesi. "Non mi interessano le questioni politiche, in relazione agli Stati Uniti. Ci sono argomenti tra i due Paesi, ma vogliamo pensare solo al calcio", ha detto il ct Dragan Skocic. Dalla rivoluzione islamica del 1979, segnata in particolare dalla crisi statunitense della vicenda legata agli ostaggi, i due Paesi sono ai ferri corti. Questa è la seconda volta che Iran e Stati Uniti sono nello stesso Girone ai Mondiali. Nel 1998, in Francia, l'Iran sconfisse gli Usa per 2-1. Le relazioni sono diventate di nuovo tese da quando gli Stati Uniti si sono ritirati dall'accordo sul nucleare iraniano nel 2018 e in seguito al ritorno delle sanzioni contro la Repubblica islamica. Contrario anche all'Inghilterra e a uno spareggio europeo, l'allenatore dell'Iran, 21/o nella classifica Fifa, ritiene la propria squadra capace di raggiungere per la prima volta gli ottavi in Qatar. "Cercheremo di passare il turno - spiega Skocic, la cui selezione partecipa per la terza consecutiva Coppa del mondo -. Ho sempre detto che disponiamo di un'ottima squadra e forse riusciremo a qualificarci per gli ottavi". L'Iran, migliore squadra asiatica nella classifica della Fifa, ha già partecipato a cinque edizioni dei Mondiali. "L'Inghilterra sarà la squadra più difficile da affrontare", ha aggiunto Skocic, 53 anni, ex giocatore di Las Palmas e Compostela (Spagna). Molti tifosi iraniani sono attesi in Qatar a novembre per supportare la squadra del cuore: "Sarà come se stessimo giocando in casa. Ci saranno tanti nostri tifosi".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA