Notizie locali
Pubblicità

Sport

Motta salva lo Spezia, ma potrebbe non rimanere

Platek: 'La squadra è stata speciale'

Di Redazione

LA SPEZIA, 15 MAG - All'indomani della salvezza, in casa Spezia il tema che si impone è il futuro del tecnico Thiago Motta, anche se ha un contratto che lo lega al club fino al 2024. Capace di portare la rosa più giovane della serie A a mantenere la massima serie con una giornata di anticipo, l'allenatore ha dovuto affrontare una stagione molto complicata tra focolai Covid, preparazione saltata, infortuni in serie e il blocco del mercato imposto al club ligure dalla Fifa per il traffico di baby calciatori, che non ha permesso a gennaio di portare forze fresche. Nonostante tutto, Motta è a tre punti dal bottino conquistato da Vincenzo Italiano la scorsa stagione, con ancora una giornata da giocare. Una stagione che è passata dal "quasi esonero" di dicembre fino ai successi su Napoli e Milan, da un confronto molto schietto con lo spogliatoio fino alla capacità di affidarsi ai senatori. L'Equipe inserisce Motta tra i papabili per la panchina del PSG, di certo non mancano gli estimatori anche in Italia. A campionato finito sarà un colloquio con la famiglia Platek, l'anno scorso spiazzata dall'improvviso addio di Italiano a fine giugno, a disegnare il futuro della panchina ligure per il terzo campionato consecutivo in A. Intanto il presidente Philip Platek fa i complimenti a tutto l'ambiente per il traguardo conquistato. "Abbiamo superato ostacoli che sembravano insormontabili. Abbiamo riscritto una storia che per molti vedeva il nostro destino segnato. Abbiamo dimostrato che questo Club non si arrende mai". Per il manager americano il "merito di tutto ciò è sicuramente di un gruppo di ragazzi davvero speciale, che ha lottato duramente per tutta la stagione, senza mai mollare, riuscendo sempre a trovare la forza per risorgere da ogni momento difficile. A questi giovani professionisti e allo staff tecnico vanno i ringraziamenti di tutta la proprietà. Voglio ringraziare anche tutti i professionisti che ruotano intorno alla squadra, i dipendenti. Un ringraziamento particolare e un abbraccio a ogni tifoso: questo nuovo traguardo è dedicato a loro".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA