Notizie locali
Pubblicità

Sport

Pagliuca, 'riaffermo il mio impegno nell'Atalanta'

Businessman Usa smentisce 'uscita' per puntare tutto su Chelsea

Di Redazione

ROMA, 12 APR - "Desideriamo riaffermare l'impegno della nostra famiglia e dei nostri partner nei confronti dell'Atalanta e la nostra partnership con la famiglia Percassi. Siamo partner di lungo periodo ed entusiasti di continuare il successo del club". Il businessman americano Stephen Pagliuca mette a tacere, con questa nota, le voci che lo vorrebbero in fase di disimpegno dall'Atalanta per puntare tutto sull'acquisto del Chelsea, club del quale rimane uno dei potenziali compratori (gli altri sono Todd Boehly dei LA Dodgers, la famiglia Ricketts e Martin Broughton di International Airlines Group). Non a caso oggi il suo gruppo aveva diffuso un comunicato per far sapere che prima della scadenza di giovedì presentrà un'offerta "sostanziale e credibile, ci aspettiamo soddisfi i requisiti e regolamenti della Premier League, del governo britannico e della Uefa, e ci impegniamo a onorare il nostro impegno per la credibilità e la buona tutela del Chelsea Football Club fin dal primo giorno". Ma ciò non vuol dire che voglia disfarsi dell'Atalanta del cui Cda, proprio ieri, Pagliuca era formalmente entrato a far parte assieme al figlio Joseph Case. L'uomo d'affari americano che con il suo fondo di investimenti americani Capital Bain è già comproprietario dei Boston Celtics della Nba, rimane quindi l'azionista di maggioranza della Dea con il 47,5% del pacchetto azionario nerazzurro, mentre Percassi, che continua a ricoprire il ruolo del presidente, detiene il 39%. Il restante 13,5% è distribuito tra i soci minori bergamaschi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA