Notizie locali
Pubblicità

Sport

Serie C, il Messina torna sconfitto da Campobasso: secondo ko di fila per i biancoscudati

I peloritani sfiorano il vantaggio in avvio con Adorante, poi incassano in contropiede il primo gol. Nella ripresa il raddoppio dei molisani agevolato da una indecisione del portiere Lewandowski

Di Manuel Pernice

Peccato. Sì, perché il Messina ha sciupato alcune palle gol e poteva passare in vantaggio. Ma se sprechi le occasioni la dura legge del calcio ti punisce. Seconda sconfitta consecutiva per i peloritani che vanno k.o dopo la doppietta di Liguori. I iancoscudati restano intrappolati nelle “sabbie” mobili della bassa classifica. Bisogna tornare a macinare punti per conquistare la salvezza. A partire dal difficile impegno di mercoledì contro il Catanzaro.

Pubblicità

Il Messina parte forte. Al 4’ Statella si incunea in area e conclude. La sfera termina sul fondo. Tre minuti dopo i peloritani sfiorano il vantaggio. Adorante ruba palla a centrocampo, “divora” i metri a disposizione e si presenta davanti a Raccichini. L’attaccante biancoscudato spara addosso al portiere. Sulla respinta prova ad avventarsi Konate che viene anticipato dallo stesso Raccichini e termina a terra. Per l’arbitro non c’è nulla. Gol sbagliato… gol subìto. Al 9’ il Campobasso si invola in contropiede. Palla per Liguori che a tu per tu con Lewandowski insacca con un missile sotto l’incrocio. Dopo il vantaggio del Campobasso il Messina perde brillantezza. I padroni di casa provano ad approfittarne e al 23’ sfiorano il raddoppio. Diagonale di Pace che si spegne di poco a lato. Al 39’ i peloritani provano a svegliarsi dal torpore. Balde si mette in proprio ma conclude alle stelle. Nei minuti finali il Campobasso sfiora due volte il raddoppio. Lewandowski abbassa la saracinesca e salva prima su Tenkorang e poi su Liguori.

Nella ripresa il tecnico peloritano inserisce Piovaccari per Konate. Ma la prima occasione è del Campobasso. Persia si gira ma conclude centralmente. L’ingresso di Piovaccari non sortisce gli effetti sperati. Il tecnico Raciti inserisce allora anche Russo e Catania per Statella e Balde. Ed è proprio Russo al 60’ a prendere l’iniziativa. Ma il suo cross velenoso non trova nessuno in area. Due minuti dopo il Messina sfiora il pari. I peloritani si involano in contropiede, conclusione di Catania respinta dalla difesa. Sulla sfera si avventa Piovaccari che non inquadra lo specchio. Poco dopo a provarci è Fofana, il pallone si spegne sul fondo. Nel momento di massimo sforzo dei peloritani il Campobasso raddoppia. Al 72’ Liguori col sinistro beffa Lewandowski sul suo palo. Errore del portiere polacco che poteva fare di più. Il raddoppio taglia le gambe ai peloritani. Che con le ultime energie provano comunque a riaprire il match. Ma la partita è ormai indirizzata e i peloritani non riescono più a pungere.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA