Notizie locali
Pubblicità
Grella e Jefferson (foto Facebook/Catania SSD)

Sport

Il Catania riparte da Ragusa: preso anche Jefferson per "ammazzare" la serie D

I rossazzurri all'esordio nel campionato: la squadra è già da categoria superiore ma bisogna giocarsela con Trapani e Lamezia. Nello stadio ibleo 1200 tifosi etnei

Di Giovanni Finocchiaro

Era nell'aria l'annuncio di Jefferson al Catania. I rossazzurri hanno ingaggiato il terzo centravanti (gli altri sono Litteri e Sarao) alla vigilia del match in programma a Ragusa. Comincia il campionato di Serie D e il gruppo allenato da Giovanni Ferraro sembra davvero già una squadra da categorie superiori.

Pubblicità

Dalle 15 Catania in campo con un tridente che potrebbe essere formato da Litteri (centrale), con ai lati Forchignone e uno tra Russotto e De Luca. Ma Ferraro potrebbe anche sovvertire ogni pronostico, in tal senso, facendo giocare – anche part time – Sarao e lo stesso Litteri. Si vedrà.

Intanto c'è anche Jefferson adesso, porta in dote 276 gare tra i prof. Con 68 reti, il salto in B con il Latina e i play off per la Serie A disputati qualche anno fa.

Da Catania si muoveranno all'indirizzo dello stadio ibleo 1200 spettatori, coloro che hanno occupato già da tempo due delle tre tribune del “Selvaggio”. Gli ultrà locali si sono scagliati verbalmente contro la società ragusana e oggi hanno già annunciato che non entreranno, minacciando di ripetere il gesto per tutta la durata della stagione.

Insomma la D comincia con attese frenetiche da parte dei catanesi, polemiche per i tifosi di casa, tutto in un clima notoriamente dai toni agonistici elevati. Il Catania resta favorito, ma dovrà guardarsi dalla concorrenza di Trapani e Lamezia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: