Notizie locali
Pubblicità

Sport

Serie A, Luciano Spalletti abbraccia Napoli: «Darò tutto me stesso»

 Finita l’era Gattuso, De Laurentiis non vede l’ora di aprire un nuovo capitolo

Di Redazione

«Sono felicissimo ed onoratissimo di essere il nuovo allenatore del Napoli, metterò tutto me stesso a disposizione per il bene del Napoli perché amo questa professione». Parole d’amore di Luciano Spalletti che ha messo piede nel capoluogo partenopeo iniziando la sua nuova avventura da allenatore azzurro. Un’avventura cominciata a Castel Volturno, senza calciatori ma con il presidente De Laurentiis che lo ha portato al centro tecnico, accogliendolo con un sorriso e con un «c'è grande ottimismo, benvenuto a casa». 

Pubblicità

 Finita l’era Gattuso, De Laurentiis non vede l’ora di aprire un nuovo capitolo, per tornare a dare la caccia alla Champions League: un obiettivo che annuncia già dalle amichevoli estive come quella ufficializzata oggi contro il Bayern Monaco, il 31 luglio all’Allianz Arena. Spalletti ha iniziato la sua giornata al centro tecnico di Castel Volturno e poi è andato a pranzo all’hotel Britannique, in una città che vuole conoscere e che ha scelto di godersi, non a caso abiterà a Posillipo: «Ho amato le città dove ho lavorato - ha detto - e penso che la felicità sia diversa, dipende dal contesto e Napoli è un contesto stimolante sotto ogni punto di vista. Non vedo l’ora di conoscerla bene». 

 Per ora sta conoscendo la squadra che sta costruendo in contatto diretto con Cristiano Giuntoli da settimane: il nuovo Napoli parte dai primi giocatori che in questi giorni hanno salutato per la scadenza del contratto, Maksimovic e Hysaj, oltre a Bakayoko, tornato al Chelsea per fine prestito secco. Bisognerà mettere mano alla rosa, come ha anticipato anche De Laurentiis, ma lo si farà con calma. Per ora il primo obiettivo resta Emerson Palmieri per la fascia sinistra su cui Giuntoli sta lavorando sulla base del prestito dal Chelsea con diritto di riscatto, mentre in uscita c'è sempre la possibilità di un addio a Ruiz e Koulibaly se arriveranno le offerte che il club si aspetta, e c'è poi il discorso Insigne, in scadenza di contratto e con cui si parlerà dopo gli Europei. 

 Ma ci sarà tempo per il mercato. Spalletti ha definito il suo staff con il vice Domenichini; i preparatori ed i collaboratori tecnici Baldini, Sinatti, Calzona, Rosalen Lopez e Cacciapuoti. Gli uomini con cui il tecnico farà la preparazione dal 15 al 25 luglio con il ritiro a Dimaro-Folgarida. Il 31 è già stata stabilita un’amichevole in casa del Bayern Monaco, mentre dal 5 al 15 agosto ci sarà un secondo ritiro a Castel di Sangro. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA