Notizie locali
Pubblicità

Sport

Serie C: beffa Messina, la Paganese sotto di tre gol pareggia al 95'

Peloritani in vantaggio 4-1 in trasferta a meno di mezzora dalla fine, si fanno acciuffare a pochi secondi dal triplice fischio

Di Manuel Pernice

 

Pubblicità

 

Manuel Pernice

 

PAGANI - Harakiri peloritano. Il Messina "flirta" con la vittoria, che sembrava ormai cosa fatta. I biancoscudati salgono sulla "giostra" del gol, sbloccando il match con la "perla" di Russo. I campani acciuffano il pareggio con la rete del bomber Castaldo. Da qui in poi il Messina mette il turbo. Prima con il gol su rigore di Balde, poi con le reti di Morelli e Simonetti. La Paganese non molla accorciando le distanze con Murolo e Piovaccari. E all'ultimo respiro l'intramontabile Castaldo regala il pareggio ai campani.

 

 

Il Messina parte forte. Al 7' un difensore campano rischia un clamoroso autogol. Ma la palla termina di poco a lato. Tre minuti dopo i biancoscudati sbloccano il match. Lancio in profondità per Russo, "uncino" magistrale, dribling in un fazzoletto e palla all'angolino. Al 23' a rischiare la "frittata" questa volta è il portiere del Messina. Palla persa in presa alta, ma Diop si lascia anticipare. Due minuti dopo la Paganese acciuffa il pareggio. Palla per Castaldo che controlla e fulmina Lewandowski. Al 29' ennesima uscita da "horror" del portiere peloritano. Conclusione di Cretella che termina sul braccio di Fofana. L'arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Alla battuta va Diop, ma Lewandowski blocca e si fa perdonare. Tre minuti dopo si rifà vivo il Messina. Tiro al volo di Simonetti che termina alto. Al 38' i padroni di casa sfiorano il vantaggio. Ma Perlingieri da ottima posizione "cestina" a lato. Quattro minuti dopo cambia il "film" della partita. Calcio di rigore per il Messina dopo una trattenuta. Dal dischetto si presenta Balde che insacca sotto l'incrocio. A fine primo tempo veementi proteste della Paganese. Il quarto uomo segnala il recupero, ma l'arbitro manda tutti negli spogliatoi.

 

 

Nella ripresa la Paganese sfiora subito il pari. Colpo di testa di Diop che "fischia" di poco a lato. Al 49' il Messina cala il tris. Cross di Russo su punizione e colpo di testa di Morelli che insacca. La Paganese non riesce a trovare il bandolo della matassa. L'allenatore inserisce Piovaccari per dare più peso offensivo. Ma la musica non cambia, anzi. Al 60' punizione quasi perfetta di Damian, Baiocco "spolvera" l'incrocio dei pali. Ma tre minuti dopo il Messina cala il poker. Balde serve un cioccolatino per Simonetti che fulmina il portiere. La Paganese non ci sta e reagisce. Al 66' Murolo in spaccata accorcia le distanze. Da qui in poi il Messina gestisce senza troppi affanni il match. Ma al 88' la Paganese riapre la partita con la rete di Piovaccari. Il Messina stringe i denti provando a portare a casa i tre punti. Ma al 95' l'intramontabile Castaldo non perdona e regala il pareggio alla Paganese.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: