Notizie locali
Pubblicità

Sport

Solo le big di A hanno più spettatori del Palermo: Barbera ancora esaurito

Domenica (diretta Rai Due, ore 21,15) il match dei rosanera contro il Padova per un posto in serie B

Di Redazione

Lo stadio, il «Renzo Barbera», è praticamente esaurito da giorni, ancora prima del blitz rosanero nella gara d’andata (1-0 firmato Floriano), che consente al Palermo di giocare per due risultati su tre, ma quella tra rosanero e i biancorossi del Padova, domenica 12 giugno sarà la finale delle finali. Ci saranno più spettatori sugli spalti siciliani, infatti, che in tutte le altre sfide decisive per assegnare un titolo giocate nella stagione 2021/22 tra A, B e C. Il numero di tifosi presenti - compresi i 357 in arrivo da Padova - supererà infatti quelli di Reggio Emilia per lo scudetto del Milan in A e quelli di Lecce, Como e Pisa in B. Peraltro, nella stagione appena conclusa, solo Inter, Milan, Juventus, Napoli, Roma, Lazio e Fiorentina hanno superato il numero di spettatori di Palermo, a dimostrazione di un amore incondizionato per i rosanero, a prescindere dalla categoria. E poichè la passione non conosce confini, Palermo-Padova sarà visibile, oltre che su Rai 2, anche dagli italiani residenti all’estero, grazie alla liberatoria concessa a Rai Italia dalla Lega di Serie C: la diretta inizierà alle 21.05, subito dopo il Tg2 (calcio d’inzio alle 21.15), con il commento di Giuseppe Galati e Mario Somma e le interviste di Lucio Michieli. 

Pubblicità

Intanto è stata emanata l’ordinanza sindacale che riguarda l’adozione di misure di sicurezza per l’incontro di calcio di domenica sera. Con il provvedimento, nel dettaglio, si dispone il divieto di commercializzazione di bevande alcoliche e superalcoliche e, inoltre, che la vendita di bevande commercializzate in contenitori di vetro e di alluminio sia effettuata solo dopo che le stesse siano state versate in contenitori biodegradabili e compostabili. Il divieto avrà validità dalle 13 del 12 giugno alle 7 del 13 giugno e interesserà tutti gli esercenti pubblici, sia stanziali che ambulanti, che operano nell’ambito del "villaggio gastronomico" e lungo l’anello viario esterno alle zone di prefiltraggio (le cui barriere sono poste rispettivamente in via Cassarà, via del Carabiniere e via La Loggia)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: