Notizie locali
Pubblicità

Sport

Spalletti, Napoli mantenga qualità e cerchi esplosività

Koulibaly? Club sa come la penso. Mertens è leader

Di Redazione

LA SPEZIA, 22 MAG - "Su Koulibaly il club sa come la penso. Ci sono calciatori che hanno qualcosa di differente all'interno di determinati contesti. Si inseriscono nella città con qualità particolari. Per ricreare i sentimenti che lui ha per questa squadra in un altro calciatore ci vuole tempo. I buoni calciatori si comprano, i leader si creano dentro l'ambiente". Lo ha detto Luciano Spalletti al termine di Spezia-Napoli 0-3, che chiude la stagione dei partenopei. Parola di elogio per tutta la squadra da parte dell'allenatore azzurro, anche per chi oggi si è rivisto dopo un po' di tempo. "Per venire a fare risultato su un campo difficile come questo, significa che si sono allenati bene in questi mesi. Quando si è professionisti si prova a vincere la partita sempre, si va forte in allenamento e si arriva puntuali. Sennò si è dilettanti. Noi siamo rappresentanti di una città con un'identità forte e dobbiamo avere questa responsabilità. Abbiamo a che fare con ragazzi seri". Il tecnico ha poi parlato velatamente della formazione della rosa per la prossima stagione. "Il Napoli deve mantenere questa qualità tecnica, perché le grandi giocate fanno la differenza nelle partite. Quello che ha il colpo che non ti aspetti, l'invenzione, i geni sono sempre da preservare. Ci vogliono in tutte le squadre. Insigne parte, ma la storia di Mertens dice che è un leader, di cui il calcio ha bisogno per fare cose importanti. Quando dico che ci vuole forza, intendo anche avere una corsa imponente, dove parti forte e arrivi fortissimo nell'impatto. Si tratta di forza strutturale, ma anche di esplosività". Infine un accenno al suo passato da capitano dello Spezia in serie C negli anni Ottanta. "Tornare è sempre una sensazione particolare. Questa città e questa squadra hanno un merito che è portare avanti la passione che mi ricordavo ai miei tempi. E' stato bello vedere lo stadio vestito di bianco, pieno di tifosi partecipi pronti festeggiare la propria squadra pur con un risultato negativo. Il calcio è questo. Per me è un'emozione che si rinnova ogni volta che torno. Io torno spesso perché la mia famiglia sta qui. Spero di continuare ad incontrare lo Spezia a lungo in serie A".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA