Notizie locali
Pubblicità

Sport

Tennis: Garbin, Francia forte ma Italia giovane e motivata

Binaghi, "sfida difficile però la Sardegna porta fortuna"

Di Redazione

CAGLIARI, 01 APR - "La Francia ha tre giocatrici ex top 10, con grande esperienza, ma noi siamo una squadra giovane, piena di entusiasmo, un gruppo molto unito che sta crescendo bene". Così la capitana dell'Italia femminile di tennis, Tathiana Garbin, nella conferenza stampa di presentazione della sfida in programma ad Alghero il 15 e 16 aprile, valida per il turno preliminare della Billie Jean King Cup 2022. "Si sta creando un bel gruppo - ha detto Garbin - le ragazze si frequentano anche al di fuori della nazionale, durante i tornei, sappiamo che non è facile per uno sport individuale creare un certo tipo di feeling. Siamo fiduciosi e positivi per questa sfida. Non voglio dare troppi indizi alle avversarie, quindi lasciamo un velo di mistero sulle scelte". Garbin ha convocato cinque giocatrici: Camila Giorgi (numero 30 Wta), Jasmine Paolini (47), Lucia Bronzetti (85), Martina Trevisan (88), Elisabetta Cocciaretto (239). Si giocherà sul green set del Tennis Club Alghero, con una capienza di 2553 posti. Venerdì 15, dalle 14, i primi due singolari. Sabato, dalle 12, gli altri due singolari e poi il doppio. "Con il torneo di Miami si è chiusa la stagione sul veloce - ha detto la capitana azzurra - e d'accordo con le giocatrici ho scelto questo tipo di superficie, ritenendola scelta più idonea dal punto di vista tecnico tattico per questa sfida". Sarà la dodicesima volta, tra maschile e femminile, che l'Italia del tennis gioca in Sardegna, dove Pennetta e compagne nel 2013 vinsero la Fed Cup contro la Russia e dove nel 1990 uno straordinario Canè, battendo Wilander, regalò all'Italia una storica vittoria contro la Svezia. "In 11 sfide non abbiamo mai perso - ha detto il presidente della Federazione, il cagliaritano Angelo Binaghi - la Sardegna porta fortuna e speriamo di confermare questa tradizione, anche se sarà una sfida difficile, perché la Francia è molto forte, con due giocatrici ora più indietro in classifica ma che sono state 4 e 11 al mondo".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: