Notizie locali
Pubblicità

Sport

Torino: Juric, siamo polli, giocare bene non basta

'Abbiamo perso per due rigori e un tiro da trenta metri regalati

Di Redazione

BERGAMO, 01 SET - "Siamo stati dei polli a regalare due rigori e nel concedere un gol da trenta metri". Ivan Juric commenta così il 3-1 inflitto dall'Atalanta al suo Torino: "E' stata un'ottima gara con due pali e alcune situazioni davanti in cui abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio, non ricordo occasioni eclatanti concesse agli avversari". L'allenatore granata analizza la partita: "Sul 2-0 sotto abbiamo dominato, preso la traversa, segnato e poi rovinato tutto col secondo rigore. Il calcio non è solo giocare bene, è cura degli episodi: globalmente è stata un'ottima partita, ma non basta". Poi Juric si sofferma anche sulle prove dei singoli: "Seck ha accelerazioni e cambio di ritmo, deve migliorare gli ultimi passaggi come quello per Sanabria e la finalizzazione. Linetty sta bene e ha capito quello che deve fare, si allena bene". Sulla rinuncia a Ricci dopo il riscaldamento spiega che "ha sentito tirare il polpaccio, spero recuperi in fretta perché in mezzo siamo un po' contati". Il tecnico croato esprime un giudizio anche sull'Atalanta: "hanno giocatori di gamba, tecnica e dinamismo, adatti al calcio moderno. Soppy è duro da fermare in uno contro uno: il ricambio generazionale tra Ederson, Hojlund e Lookman presenta a Gasperini un lavoro affascinante".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: