Notizie locali
Pubblicità

Sport

Vince oro 1500 sotto gli occhi del papà speaker, "che emozione"

Mondiali atletica: tv su Geoff Wightman mentre il figlio trionfa

Di Redazione

ROMA, 20 LUG - "Devo spiegarvi perché le telecamere mi inquadrano. Quello è mio figlio ed è il campione del mondo". Ha forse pensato ad uno scherzo il pubblico dell'Hayward Field, lo stadio che ospita i mondiali di atletica a Eugene, quando il britannico Jake Wightman ha vinto, a sorpresa, i 1.500. Sui grandi schermi l'immagine di un signore di mezza età, mentre gli altoparlanti dello stadio diffondevano le sue parole, colme di emozione ed orgoglio paterni. Invece era davvero la voce di papà Geoff, 61 anni, ex maratoneta di buon livello, commentatore ufficiale del circuito mondiale e speaker dell'impianto in Oregon fin dall'inizio della rassegna iridata. Nonché allenatore del neo campione del mondo. L'oro di Wightman è arrivato in fondo ad una gara appassionante, che ha relegato nell'ombra il campione olimpico, Jakob Ingebrigtsen, avanti alla campanella dell'ultimo giro e superato nei 200 metri finali con un rush irresistibile, che ha sorpreso il norvegese. Bronzo allo spagnolo Mohamed Katir.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA