Notizie locali
Pubblicità

Sport

Vuelta: Vine vince 8/a tappa, Evenepoel rimane leader

Australiano iridato di e-cycling ora trionfa su strade vere

Di Redazione

ROMA, 27 AGO - L'australiano Jay Vine, già vincitore due giorni fa della sesta tappa, si è imposto per distacco anche nell'ottava tappa della Vuelta, da La Pola Llaviana a Colau Fancuaya lungo 153,4 km. e con arrivo in quota a 1.088 metri. Al secondo posto, a lo spagnolo Marc Soler, staccato di una quarantina di secondo. Il belga Remco Evenepoel ha conservato la maglia rossa di leader della classifica generale. La storia di Vine è particolarmente curiosa perché queste alla Vuelta sono le prime vittorie su strada del 26enne australiano che è il campione del mondo di e-cycling. Tutto è cominciato nel 2020, quando Vine, prima della pandemia, stava attraversando un momento difficile e aveva pensato di ritirarsi. Poi però durante il lockdown per rimanere in forma aveva adottato la piattaforma di Zwift per allenarsi in modo virtuale. Con Zwift, pedalando sui rulli, si possono simulare percorsi di allenamento in tutto il mondo e sfidare gli amici in rete. Vine andava talmente forte che si era iscritto alla Zwift Academy, una sorta di talent show del ciclismo, che metteva in palio per i vincitori (un uomo e una donna) un contratto da professionista con l'Alpecin Fenix. Proprio Vine aveva vinto al maschile e per questo era stato ingaggiato dall'Alpecin per cui corre tuttora. Anche in seguito Vine ha continuato ad amare i rulli e per questo aveva preso parte alla prima edizione dei Mondiali di E-Cycling, svoltasi a febbraio di quest'anno. Anche in questa occasione aveva vinto diventando il primo campione del mondo. Ora i successi in salita, e su una strada vera e non virtuale, alla Vuelta.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: