Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

OLIMPIADI INVERNALI

Pechino, storico podio italiano nella discesa libera: Sofia Goggia d’argento e Nadia Delago bronzo

La sciatrice bergamasca, infortunatasi gravemente a Cortina il 23 gennaio, fa il miracolo e sfiora il bis dell’oro conquistato a PyeongChang 2018

Di Redazione |

Sofia Goggia e Nadia Delago centrano un podio storico per l’Italia a Pechino 2022 nella discesa libera femminile: la sciatrice bergamasca, infortunatasi gravemente a Cortina il 23 gennaio, fa il miracolo e vince l'argento, staccata di 16 centesimi dalla vincitrice, la svizzera Corinne Suter (tempo di 1'31"87), autrice di una parte finale straordinaria quando sembrava spacciata. La sciatrice gardenese strappa invece il bronzo (+57 centesimi). Ed è ottima la prova anche delle altre due azzurre Elena Curtoni, quinta dopo l’illusione del podio tutto azzurro per buona parte della gara, mentre Nicol Delago è 11/ma.

Goggia ha mancato di un soffio a Pechino 2022 il bis dell’oro conquistato a PyeongChang 2018 nella discesa libera, cedendo solo nella quinta frazione del percorso di Yanqing lungo oltre 2.000 metri.  L’azzurra aveva al quarto e ultimo intertempo un vantaggio di 18 centesimi sulla svizzera Corinne Suter, capace però di ribaltare la situazione nella parte più pianeggiante del tracciato e di tagliare il traguardo con il tempo finale di 1:31.87, staccando la Goggia di 16 centesimi e recuperandone nel complesso 34.

«Ho dato tutto quello che potevo. Sono stata davvero contenta della mia sciata. Mi sentivo come se la velocità fosse lì nella parte alta perché saltavo davvero  molto, ovunque». Sofia Goggia non nasconde la gioia per l'argento conquistato nella discesa libera. «È ancora una medaglia. È ancora una grande medaglia. È una medaglia incredibile per le condizioni degli ultimi 20 giorni», ha aggiunto l’azzurra al termine dalla gara.

 «Mi dispiace per l’ultima parte, mi sentivo come se ci fossero stati dei tratti di pista in cui avevo un po' di vento contro, ma è una cosa che non puoi controllare», ha aggiunto la sciatrice bergamasca. 

«Alla fine sono contenta del mio risultato, perché essere qui alle Olimpiadi dopo la mia caduta a Cortina non era affatto garantito -. Mi sono sempre detta che se avessi superato la prova dopo Cortina, questa caduta, probabilmente la gara della discesa sarebbe stata per me la parte più facile. Ho trovato una forza incredibile dentro di me e viaggiavo con una specie di luce. Sono contenta di aver dato tutto per essere qui oggi, sono contenta e grata di aver potuto vincere un’altra medaglia e sono felice con me stessa», ha concluso ancora euforica Goggia.   COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA