Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

agenzia

Roma: Mourinho ‘sapevo che avremmo dimostrato di essere uniti’

Tecnico 'Contratto? Non devo parlarne e sentire la società'

Di Redazione |

ROMA, 01 OTT – “Sapevo che i ragazzi avrebbero dato dimostrazione che siamo amici e uniti, sono contento che loro abbiano vinto, perché perdere 4-1 non è mai facile e bisogna essere equilibrati emozionalmente”. Lo ha detto Josè Mourinho dopo la partita vinta dalla sua Roma con il Frosinone. “Non abbiamo mai sentito il mancato appoggio del pubblico, ci hanno sostenuto – ha proseguito il tecnico giallorosso – Magari qualche ragazzo poteva sentire qualcosa di diverso, ma in realtà sembrava che avessimo vinto a Genova e ringrazio loro (i tifosi, ndr). Dopo la partita non sono rimasto in campo per far godere la vittoria ai giocatori. Nei momenti migliori lascio ai giocatori il palcoscenico e la foto”. Risponde in modo ironico quando gli viene chiesto di Lukaku ancora in gol. “Io pensavo di essere responsabile anche dei suoi mancati gol…Ma per fortuna almeno lui segna sempre e non mi si può dire nulla. Fortunatamente non sono capace di distruggere un giocatore così”. Infine sul suo futuro nella Roma ha concluso: “Continuate a parlare di contratto, ma io non devo parlarne. Ho un contratto fino al 30 giugno e questo è un compromesso serio come ho spiegato. Non devo sentire la società, non devo neanche parlare…”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: