Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

agenzia

Spalletti, ‘ho lasciato il Napoli per preservare la bellezza’

'Nella squadra dello scudetto tutti uguali, nessuno comandava'

Di Redazione |

NAPOLI, 07 DIC – “Perché ho lasciato la panchina del Napoli? E’ un discorso un po’ più profondo, che merita più tempo ed è una cosa che è dispiaciuta anche a me, però volevo preservare questa bellezza che avevo nel cuore e non rimetterla subito in discussione: è una roba che nessuno può capire se non la prova direttamente come l’ho provata io”. Lo ha detto Luciano Spalletti, ora ct dell’Italia, commentando nella giornata in cui riceve la cittadinanza onoraria di Napoli il suo addio alla panchina azzurra dopo lo scudetto. “La presenza oggi di De Laurentiis? Mi fa piacere che ci sia – ha detto – perché quello che è successo nella passata stagione è sotto gli occhi di ognuno ed è stato determinato dal lavoro di squadra, con il contributo di tutti. Nel team tutti erano allo stesso livello, nessuno che comandava, tutti potevano dire la propria opinione e indicare la soluzione e se dicevano le cose giuste si andava da quella parte. Questa compattezza di città, calciatori e di tutti quelli che hanno lavorato nel Napoli, ha determinato la bellezza di cui parlo e che oggi insieme stiamo celebrando. E’ questo modo di costruire la stagione che ci ha portaoo allo scudetto e che mi ha portato, oggi, a ricevere la cittadinanza di Napoli”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: