Notizie locali

Archivio

Palermo: aggredito a pugni per graffio all'auto nella via resa famosa dal film di Emma Dante

Di Redazione

Palermo, 4 feb. (Adnkronos) - Viene aggredito a pugni in faccia per un graffio che poco prima la moglie aveva procurato, durante una manovra, all'auto del vicino di casa. E' accaduto a Palermo, nella via Castellana Bandiera, una strada resa famosa prima dal libro e poi dall'omonimo film della regista Emma Dante. Un budello dove lo spazio è minimo. A pagare le conseguenze del gesto violento è stato, come scrive oggi l'edizione palermitana di Repubblica, Giankarim De Caro, autore di due libri e artigiano. "Mia moglie non sapeva di chi fosse l'auto che aveva graffiato uscendo dal parcheggio - dice Giankarim- e quando si è accorta ha annotato la targa e mi ha chiesto di conoscere il nome del proprietario". Poi, ll pestaggio.

Pubblicità

Il proprietario dell'auto è andato a citofonare ai De Caro e l'uomo gli ha offerto di pagare i danni senza ricorrere all'assicurazione. Ma il proprietario dell'auto insisteva per l'assocurazione. "Qua comando io e tu non sai chi sono io", avrebbe detto a Giankarim che a quel punto, "sbagliando per carità", come ammette lo stesso, gli ha detto che "non capivo perché avesse questo atteggiamento mafioso". Ma in quell'istante quell'uomo avrebbe sferrato il pugno in pieno viso facendo perdere i sensi a Giankarim che si è risvegliato in ospedale con il naso fratturato. "Non ho paura per me mi preoccupo per le mie figlie", dice oggi "che crescono in una città dove un giornalista tedesco è stato pestato per avere ripreso una donna al volante che stava facendo una infrazione. Io sono stato più fortunato ma si può vivere aggrappandosi alla fortuna?".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: