Notizie locali

Archivio

Intesa Sp: offerta su Ubi scuote sistema, Messina, 'no rilanci'/Adnkronos

Di Redazione

Milano, 18 feb. (Adnkronos) - Intesa Sanpaolo spiazza il sistema bancario e il mondo della finanza e con un'offerta sull'intero capitale di Ubi Banca, annunciata poco prima della mezzanotte di ieri, apre le danze del consolidamento tanto atteso e auspicato dalle authority, nazionali ed europee. La mossa dell'istituto guidato da Carlo Messina non era concordata con Ubi né attesa da nessuno: ieri sera il consigliere delegato di Ubi Banca, Victor Massiah, si trovava a Londra per incontrare gli investitori dopo aver presentato il nuovo piano della banca rigorosamente stand alone, quando è stato chiamato da Messina e avvertito della proposta. Nella mattinata di oggi Massiah è stato costretto a tornare in tutta fretta in Italia per convocare urgentemente un cda.

Pubblicità

"Ho parlato ieri sera con Massiah, un minuto dopo la fine del nostro cda che ha deliberato l'operazione", ha spiegato Messina in conferenza stampa. "Victor è un galantuomo, mi ha detto che si sentiva in imbarazzo di aver presentato il piano, che avrebbe esaminato la proposta e che avrebbe valutato". Se lo vorrà, Massiah "avrà un ruolo di responsabilità nella prima linea del management di Intesa Sanpaolo, ma vedremo gli sviluppi futuri", ha aggiunto Messina.

Nella riunione di domani mattina i consiglieri di Ubi valuteranno l'offerta pubblica di scambio, che offre 17 azioni ordinarie di nuova emissione di Intesa Sanpaolo per ogni 10 azioni di Ubi Banca portate in adesione. Un'offerta che valorizza Ubi 4,9 miliardi di euro, con un premio del 27,6% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni della banca alla chiusura di venerdì scorso e che punta a creare un gruppo da 460 miliardi di euro di impieghi, 21 miliardi di ricavi e 6 miliardi di utile netto dal 2022.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: