Notizie locali

Archivio

Palermo: svolta nell'omicidio di Roberta, fermato il fidanzato/Adnkronos (3)

Di Redazione

(Palermo) - "Pietro era un ragazzo ribelle, non voleva studiare. Ma nulla lasciava presagire quello che poi è accaduto", ha detto all'Adnkronos il religioso. "Roberta era una ragazza splendida, lineare, che lasciava intravedere nei suoi occhi una luce, di chi voleva proiettare la sua vita nel futuro. Caccamo si è svegliata con questo incubo. Tutti noi ci troviamo dinanzi a questa triste notizia è confidiamo che la magistratura possa fare giustizia per conto di Roberta", dice ancora il prete. Alla domanda se fosse a conoscenza di maltrattamenti del ragazzo nei confronti di Roberta, come dicono in paese, il parroco spiega: "Io lo vedevo davanti alla chiesa- dice - ma non ho mai sentito notizie del genere. E conclude: "Certo, per amore non si muore".

Pubblicità

Intanto, alle tre del pomeriggio, il giovane artista Luca Spatafora dipinge il nome di Roberta Siragusa sulla 'panchina rossa' del piccolo Comune di Caccamo, 8.500 abitanti appena. La decisione di inserire il nome della ragazza sulla panchina, che si trova nella villa comunale, è stata presa dall'amministrazione comunale. "L'iniziativa è stata presa per lasciare un ricordo immediato di Roberta", dice all'Adnkronos Rosa Maria Di Casio, Presidente del consiglio comunale di Caccamo che da sempre ha promosso iniziative come questa e lei stessa è stata vittima di stalking.

L'autopsia sul corpo di Roberta Siragusa si terrà domani pomeriggio all'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo. E nel giorno dei funerali il sindaco Nicasio Di Cola proclamerà il lutto cittadino. "Chiederò a tutti i commercianti di abbassare le saracinesche - dice il primo cittadino - questa tragedia ha colpito tutta la nostra comunità".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: