Notizie locali

Archivio

Mafia: blitz Palermo, pm 'pianificavano rapine con armi da guerra ed esplosivo'

Di Redazione

Palermo, 26 gen. (Adnkronos) - "A rimarcare la costante pericolosità dell'organizzazione mafiosa, sono state registrate concrete progettualità in ordine alla pianificazione di alcune rapine (in danno di portavalori e di distributori di benzina), da commettere attraverso l'uso di armi (anche automatiche da guerra) e di esplosivo al plastico". Lo scrivono gli inquirenti nel fermo che ha portato in manette sedici persone a Palermo per mafia.

Pubblicità

"L'intento dei vertici della famiglia mafiosa dello Zen era quello di assaltare, usando proprio le armi e l'esplosivo di cui evidentemente dispongono, un portavalori di una società di vigilanza non specificata, al fine di incamerare liquidità da riutilizzare per il sostentamento degli affiliati liberi e detenuti - dicono - Analoga progettualità emergeva in danno di un distributore di benzina, che usufruisce di vigilanza armata: in tale occasione il gruppo di Cusimano non avrebbe esitato a usare le armi per neutralizzare il vigilante e rapinare l'esercizio commerciale".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: