Notizie locali

Archivio

Coronavirus: Procura generale Palermo, 'attività giudiziaria ha subito improvviso sconvolgimento'

Di Redazione

Palermo, 29 gen. (Adnkronos) - "Il primo semestre 2020 è stato caratterizzato dall'emergenza epidemiologica da COVID–19 che ha avuto ripercussioni su tutto il territorio nazionale e che ha visto l'intera compagine del mondo del lavoro di fronte alla necessità di garantire i servizi e di limitare il rischio di contagio tra i lavoratori. Per tale ragione l'attività lavorativa degli Uffici Giudiziari ha subito un improvviso sconvolgimento a cui si è dovuto far fronte attraverso l'attuazione della normativa d'urgenza del Governo nazionale e regionale". E' quanto denuncia il Procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato nella relazione sull'amministrazione della giustizia nel distretto di Palermo.

Pubblicità

"La necessità di tutelare la salute del personale amministrativo e dei magistrati, garantendo comunque l'adempimento delle attività urgenti di tutti gli Uffici Giudiziari del distretto, ha indotto i dirigenti ad emanare una serie di direttive e provvedimenti, previa attuazione di protocolli intercorsi anche con i Consigli dell'ordine degli Avvocati e le Camere penali - dice Scarpinato - Tale attività ha interessato principalmente gli uffici apicali di Procura Generale e Corte d'Appello che hanno dovuto impartire direttive e coordinare le diverse misure organizzative predisposte con carattere d'urgenza dai Capi degli Uffici Giudiziari del distretto".

Per questo motivo nel 1° semestre 2020 sono state emanate numerose disposizioni in materia di emergenza epidemiologica da COVID–19 sia a livello centrale attraverso il Ministero della Giustizia e il Consiglio Superiore della Magistratura, sia attraverso le disposizioni della Procura Generale e della Corte d'Appello impartite rispettivamente agli uffici requirenti e giudicanti del distretto.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: