Notizie locali

Archivio

Coronavirus: Zingaretti, 'in un anno cambiato tutto, ora vitale non cedere'

Di Redazione

Roma, 29 gen (Adnkronos) - "Il 29 gennaio di un anno fa una telefonata al 118 da un albergo romano segnava l'ingresso del Covid in Italia. Due cittadini cinesi furono poi individuati e trovati positivi. Da quel momento, un anno fa, è cambiato tutto. Con una velocità e una profondità che nessuno poteva immaginare, lasciando segni profondi su tutti noi. Sono scomparsi genitori, parenti, amici. Un pezzo di memoria del Paese – in particolare quella dei nostri anziani – se n'è andato via". Lo scrive su Facebook Nicola Zingaretti.

Pubblicità

"Il Covid in pochi mesi ci ha fatto piombare nel tempo degli anni rubati. Gli anni rubati innanzitutto alle donne e agli uomini che hanno perso la vita con il virus. Gli anni rubati alle persone più anziane, costrette a vivere la loro età e i loro affetti con un sentimento di vulnerabilità, paura, spesso solitudine. Gli anni rubati alle donne, che hanno subito più di tutti le conseguenze della crisi, nel lavoro e purtroppo anche nelle orribili dinamiche di sopruso e violenza che si consumano dentro le mura domestiche", scrive il segretario del Pd.

"Gli anni rubati alle bambine ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi, segnati dall'isolamento e ora intimoriti per come andranno avanti le loro vite. Gli anni rubati a tutti noi, padri, madri, figli, nella preoccupazione per la nostra salute, per i nostri cari e, soprattutto, per il mondo che sarà dopo il virus", prosegue.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: