Notizie locali

Archivio

**Governo: rush finale per sottosegretari, incognita su 'quota' Draghi** (3)

Di Redazione

(Adnkronos) - In casa Pd si fanno i conti tra riconferme, parità di genere ed equilibri interni. Un puzzle per tenere insieme le diverse spinte tra le componenti dem con l'attenzione a 'riequilibrare' la delegazione dopo la nomina di ministri tutti uomini. Potrebbero essere riconfermate le uscenti Marina Sereni (Esteri), Anna Ascani (Scuola), Sandra Zampa (Salute), Simona Malpezzi (Rapporti con il Parlamento), Lorenza Bonaccorsi (Cultura), Francesca Puglisi (Lavoro) Alessia Morani (Mise). Ma nel 'totosottosegretari' dem ci sono anche Marianna Madia (Economia o Innovazione tecnologica), Valeria Valente (Giustizia), Susanna Cenni (Agricoltura) e Titti Di Salvo. Ci sono poi le tre postazioni che i dem vorrebbero riconfermare appunto Misiani, Mauri e Martella.

Pubblicità

Per Leu, come per gli altri 'piccoli' come Maie, +Europa, centristi, Autonomie, potrebbe esserci un sottosegretario. Dalla riduzione della quota M5S, in Italia Viva si conta di avere almeno un posto in più: due nomine di sottogoverno. Tra i nomi che circolano ci sono quelli di Lucia Annibali (Giustizia) e Gennaro Migliore, Daniela Sbrollini allo Sport. Ma i renziani puntano a ministeri economici: Luigi Marattin il nome più accreditato sebbene dovrebbe lasciare la presidenza delle Finanze alla Camera, ma si parla anche di Daniela Conzatti e Mauro Marino per il Mef.

Sul fronte del centrodestra, ieri la Lega ha reso pubblica la lista dei 'desiderata': oltre al Viminale, si punta a un coinvolgimento ad Ambiente, Infrastrutture, Agricoltura e Scuola. I nomi che circolano sono appunto quello di Stefano Candiani all'Interno, Massimiliano Romeo all'Agricoltura o all'Innovazione, Lucia Borgonzoni all'Istruzione, Massimo Bitonci appunto all'Economia, Nicola Molteni che dall'Interno potrebbe essere spostato all'Agricoltura.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: