Notizie locali

Archivio

Jobs Act: Iv a Speranza, 'risultati ottimi, che c'è da cambiare?

Di Redazione

Roma, 29 gen. (Adnkronos) - “Dalla lettura delle sue dichiarazioni sul Job act, viene il sospetto che Speranza non abbia capito la lezione offerta dal voto in Emilia Romagna”. Lo dichiara Camillo D'Alessandro, capogruppo di Italia Viva in Commissione Lavoro alla Camera, a proposito delle parole del ministro Speranza sul Jobs act.

Pubblicità

“Domenica scorsa – spiega - i cittadini hanno votato, da un lato, tenendo conto del merito del lavoro svolto e dei risultati ottenuti dall'amministrazione Bonaccini; dall'altro, punendo invece chi si è limitato alla propaganda fatta di slogan, alle parole in libertà, alla continua a evocazione di paroloni che non significano nulla. Perché il Ministro ignora questo fatto e continua a non entrare nel merito delle modifiche al Jobs act che, secondo lui, sarebbero necessarie? A proposito di una presunta subalternità al pensiero dominante e alle politiche della destra neoliberista, provo a ricordargli qualche numero. Da marzo 2015, mese di entrata in vigore del Jobs act, al novembre 2019 (ultimo dato disponibile): 1) occupati: + 1,166 milioni 2) tasso di disoccupazione: -2,8% 3) tasso di disoccupazione giovanile: -13,8% 4) ore lavorate: +5,6%”.

“Esattamente, cosa vuole cambiare Speranza di una legge che ha ottenuto risultati del genere?”, conclude.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: